Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 dicembre 2013

Boca, festa rovinata: violenza e feriti a Buenos Aires

print-icon
boc

Gli scontri nel centro di Buenos Aires

Doveva essere la "giornata del tifoso del Boca Juniors" e invece è degenerata in una serie di scontri nel centro della Capitale argentina, dove centinaia di ultrà hanno distrutto negozi e sfidato le forze dell'ordine fino a notte fonda

I festeggiamenti per la "giornata del tifoso di Boca" sono degenerati in episodi di violenza nel centro di Buenos Aires, dove ieri sera centinaia di ultra' hanno sfasciato negozi e sfidato le forze dell'ordine fino a notte avanzata intorno all'Obelisco, il monumento emblematico della capitale argentina.

Intorno alle 18.30 (le 22.30 in Italia) i supporter del Boca hanno cominciato a concentrarsi intorno al monumento, all'incrocio dell'Avenida 9 de Julio e Corrientes, mentre i proprietari della maggior parte dei negozi della zona abbassava le serrande, memori della violenza che aveva segnato le celebrazioni dei tifosi del Boca l'anno scorso.

In meno di un'ora la situazione è precipitata: mentre migliaia di tifosi festeggiavano - dai 15 ai 30 mila, secondo le stime della stampa locale - gruppetti di ultra' hanno interrotto il traffico, preso d'assalto un fast food e attaccato gli agenti della polizia antisommossa con pietre e bottiglie, mantenendo il controllo della piazza quasi fino alla mezzanotte.

Secondo i primi bilanci diffusi dai media locali, almeno sette agenti sono rimasti feriti e una decina di tifosi sono stati fermati dalla polizia.

Nei video che seguono, gli scontri raccontati dalle tv argentine: