Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 dicembre 2013

Lippi alla prova Mondiale (per club) contro l'Al Ahly

print-icon
lip

Marcello Lippi con il suo Evergrande Guangzhou punta ad arrivare almeno alla supersfida in semifinale con i campioni d'Europa del Bayern Monaco

Conquistare il Mondiale per Club dopo aver vinto quello "vero" nel 2006. Sabato il via al torneo ad Agadir, in Marocco: la squadra dell'ex ct azzurro, i cinesi del Guangzhou Evergrande, se la vedono coi campioni d'Africa. Aspettando il Bayern Monaco...

Conquistare il Mondiale per Club dopo aver vinto quello "vero". Un sogno molto difficile da tramutare in realtà, ma non impossibile per uno come Marcello Lippi che, con il suo Evergrande Guangzhou, punta ad arrivare almeno alla supersfida in semifinale con i campioni d'Europa del Bayern Monaco. Prima di affrontare i fuoriclasse di Pep Guardiola, però, la formazione cinese guidata dall'ex Ct azzurro dovrà vedersela sabato con gli egiziani e campioni d'Africa dell'Al Ahly.

Superare il primo turno e approdare in semifinale nel Mondiale per Club a Marrakech (Marocco) sarebbe per Lippi, che ha già vinto la Champions Asiatica e il campionato cinese, un grande traguardo che contribuirebbe ulteriormente al rilancio del calcio nel Paese della Grande Muraglia. "L'Al Ahly è un'ottima squadra - ha detto alla vigilia il tecnico viareggino - e ben organizzato. Sarà una sfida dura sia per noi, sia per loro, ma io spero di riuscire a passare il turno e di poter affrontare il Bayern. Di sicuro, quella tedesca attualmente è la migliore squadra del mondo".

La squadra di Guardiola - come Evergrande e Atletico Mineiro (con Ronaldinho, che ha recuperato) - sarà all'esordio assoluto nella competizione che comincia ad Agadir con la sfida tra Raja Casablanca e Auckland e che, prima di ogni partita, onorerà la memoria di Nelson Mandela con i 'Madiba Moment'.

L'Al Ahly, avversaria dell'Evergrande, è considerata una squadra molto ostica da affrontare, forte tecnicamente e ricchissima di motivazioni per tutto ciò che, anche di extracalcistico, si porta dietro. L'allenatore, Mohamed Youssef, ammette di dover incontrare "uno dei tecnici più esperti e famosi al mondo", ma ritiene che i campioni d'Africa abbiamo "buone possibilità di passare il turno".

Per battere gli egiziani Lippi si affiderà in particolare all'argentino Dario Conca, ex Fluminense e miglior giocatore del Brasilerao 2010, che ha avuto un ruolo decisivo nelle fortune della squadra di Guangzhou: quelle in terra marocchina saranno le sue ultime partite con l'attuale team prima di tornare a giocare e vivere a Rio, e quindi vorrebbe lasciare un'impronta. Così dal Marocco dice che "siamo venuti qui per diventare campioni del mondo. Abbiamo la convinzione di farcela, e io voglio concludere al meglio con questa maglia". Sarebbe davvero il miracolo dell'ex Ct azzurro, dopo aver vinto la Champions in due continenti e quel Mondiale tedesco nel 2006...