Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 marzo 2014

Rivaldo si ritira: "Ho costruito una carriera da sogno"

print-icon
riv

Rivaldo dice basta a 41 anni

A 41 anni il trequartista ex tra le altre di Barcellona e Milan ha deciso di appendere le scarpe al chiodo. Rivaldo chiude la carriera con il Mogi Mirim squadra in cui gioca il figlio: "Non so se sono un esempio, spero di aver lasciato una testimonianza"

"Con le lacrime agli occhi voglio prima ringraziare Dio, la mia famiglia e tutti quelli che mi hanno sostenuto in questi 24 anni da calciatore. Oggi annuncio a tutti i miei tifosi che la mia storia come calciatore è giunta al termine": con un messaggio sul suo profilo Istangram, Rivaldo ha annunciato il suo addio al calcio giocato a 41 anni.

Pallone d'Oro nel 1999 e campione del mondo con il Brasile nel 2002, dieci trofei vinti in una carriera lunga 24 anni in giro per il mondo. Rivaldo era tornato a giocare nel campionato paulista nel Mogi Mirim, dove milita anche il figlio. "Sono felice per la bella carriera che sono riuscito a costruire negli anni - scrive Rivaldo che nella sua carriera ha giocato anche con il Milan nel 2002-2003 vincendo anche la Champions League - Ci sono stati ostacoli, sfide e delusioni, ma anche grandissime soddisfazioni. Ho costruito la mia carriera su di un miracolo - scrive - Ho costruito la mia carriera su un miracolo, ho visto il mio sogno diventare realtà senz'alcun ricorso a soldi o a manager e procuratori ma soltanto grazie all'apporto e all'amore della mia famiglia. E il mio sogno è stato coronato dal Pallone d'Oro ricevuto nel '99".

"Tra i trofei, medaglie, premi e titoli - conclude Rivaldo - in una terra dove tutto si consuma, qui lascio una storia, forse un esempio, ma sicuramente una testimonianza che vale la pena di credere e lottare". Nella sua straordinaria carriera, Rivaldo ha vinto con la nazionale brasiliana il Mondiale nel 2002 (era stato anche finalista nel 1998), la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atlanta (1996) e la Coppa America 1999. A livello di club il palmares annovera 10 titoli tra Brasile, Spagna, Grecia e Uzbekistan, 1 Champions League (Milan), 2 Supercoppe Uefa (Barcellona).