Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 maggio 2014

Nainggolan litiga su Twitter e il Mondiale si allontana

print-icon
nai

Radja Nainggolan (a destra), 26enne centrocampista della Roma, con la maglia del Belgio

Il ct del Belgio, Wilmots, non convoca il mediano della Roma. La moglie minaccia di lasciarlo solo, lui litiga via social. E poi cinguetta: "Il mio Mondiale sarà la Champions League con la Roma"

Momento no per Radja Nainggolan, il centrocampista della Roma ha trascorso giornate di fuoco su Twitter. Da una parte il batti e ribatti con alcuni tifosi di squadre avversarie che lo accusavano di picchiare le donne e di essere un pagliaccio, cui il Belga rispondeva lanciando una sfida "vieni a trovarmi". Dall'altra il tweet della moglie che minacciava di andare via da Roma portandosi la figlia Aysha. E poi, dulcis in fundo, la doccia fredda dell'esclusione dalla rosa del Belgio per il Brasile. Il ct della Nazionale belga, Wilmots, non l'ha infatti inserito tra i convocati che porterà a Brasile 2014, lo ha relegato invece al ruolo di "riserva a casa”. In  pratica significa "sei in standby e se qualcuno dei 23 dovesse rinunciare, vieni tu..."

Come consolarsi. A Radja, artefice di un'ottima stagione in giallorosso, al momento resta Twitter. Lui non si perde d'animo e cinguetta un tweet consolatorio  "il mio Mondiale sarà la Champions League con la Roma" Claudia e Aisha. "forse qualcuno non deve sapere della nostra presenza a Roma. Leviamo il disturbo...".  Questo aveva scritto, lunedì, in meno di 140 caratteri, Claudia Nainggolan sul suo profilo. Sbalzi d'umore e di rapporto, i due avevano da poco festeggiato insieme il compleanno di Radja, dopo  le burrascose ore del mese scorso che avevano mandato Claudia in ospedale con lesioni ed escoriazioni varie.


L'esclusione dai Mondiali del calciatore belga di origini indonesiane non arriva come una sorpresa. Non era tra i favoriti di Wilmots, che ha scelto una squadra giovane. Magari senza grande esperienza. Ma con una minore attitudine al cinguettio polemico...