Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
14 agosto 2014

Libertadores, San Lorenzo campione nel nome del Papa

print-icon
san

Gli argentini si laureano campioni del Sudamerica per la 1ª volta in 106 anni di storia. Piegati 1-0 i paraguaiani del Nacional dopo l'1-1 dell'andata. Bergoglio, in viaggio in Corea del Sud, aveva detto: "Speriamo di avere buone notizie quando atterro"

SAN LORENZO-NACIONAL 1-0 (all'andata 1-1)
36' Ortigoza (rig.)

Lo diciamo subito: in Argentina ci saranno pagine di giornali, tweet e articoli tutti incentrati sulla squadra dei "santi". I santi in questione sono quelli del San Lorenzo: sono il tecnico Edgardo Bauza, il fantasista e capitano Leandro Romagnoli, il veterano Mercier, l'uomo del destino Ortigoza. Papa Francesco non li nominerà santi per davvero, ma il popolo Cuervos ha già deciso: questi saranno eroi immortali.

Per la prima volta in 106 anni, infatti, il San Lorenzo conquista la Copa Libertadores. Lo ha fatto al Nuevo Gasometro, nello stadio di casa, davanti a 44mila tifosi impazziti di gioia. Dopo l'1-1 dell'andata è bastato un calcio di rigore al 36' del primo tempo messo a segno da Ortigoza, argentino naturalizzato paraguaiano, per piegare la resistenza del Club Nacional, squadra paraguaiana alla prima finale di Libertadores.

Papa Francesco, simpatizzante del club, già lo scorso dicembre si era congratulato con i giocatori, che avevano conquistato il torneo Inicial. Mentre il San Lorenzo vinceva la sua prima Libertadores in 106 anni di storia, Bergoglio era in viaggio per la Corea del Sud. Prima di partire aveva espresso, come sempre, il proprio interesse nei confronti della partita, dicendo di sperare di avere buone notizie una volta atterrato in Corea. Notizia puntualmente arrivata.

Quella del San Lorenzo è stata una Libertadores meritata, condotta alla perfezione dal tecnico Edgardo Bauza che nel 2008 aveva compiuto il miracolo con la squadra ecuadoriana dell'Ldu Quito. A sei anni di distanza si è saputo ripetere, riportando in Argentina il trofeo più importante dopo quattro successi consecutivi di club brasiliani. Il San Lorenzo parteciperà dunque al Mondiale per Club assieme al Real Madrid.