Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 novembre 2014

Soriano dal Bayern all'azzurro: "Oggi corono un sogno"

print-icon
sor

Roberto Soriano, 23 anni, della Sampdoria: debutta in Nazionale

VIDEO . L'Italia verso il match con la Croazia di San Siro. Il centrocampista "tedesco" della Samp, 23 anni, gongola per la convocazione azzurra, un premio a Genova . Mentre il ct Conte prova Zaza-Immobile in attacco, nessuna certezza per Balotelli

"Quando la Germania ha vinto il Mondiale non è stato un bel momento per me e la mia famiglia. Io sono nato e cresciuto in Germania, ma ho sempre sentito forte la rivalità e ho sempre voluto la maglia azzurra".

Roberto Soriano ha 23 anni, da cinque gioca nella Sampdoria, Antonio Cassano quando lo vedeva allenarsi lo riempiva di elogi. "Colgo l'occasione per ringraziarlo, farò di tutto per confermare le cose belle che diceva sul mio conto" dichiara il centrocampista, che oggi poteva essere in Bundesliga avendo fatto tre anni nelle giovanili del Bayern Monaco.

"Una struttura eccezionale. Con me c'erano Alaba, Toni Kroos, Badstuber, tutti giocatori che poi sono arrivati in prima squadra. E nello stesso convitto c'era pure Mueller che si allenava già con i grandi". Per adesso non ha rimpianti. Ha scelto di seguire le ragioni del cuore "perché sono e mi sento profondamente italiano. Magari in Germania dove vive ancora la mia famiglia tornerò a giocare in futuro, lì il calcio è migliorato tanto. Ora però voglio continuare a crescere in Italia".

Il suo ruolo è a centrocampo ma con duttilità, se serve fa pure il trequartista "però mi sento più mezzala". Sta vivendo un bel momento personale e col club e se lo vuole godere fino in fondo: "Mihajlovic ha portato preparazione e mentalità alla Samp, è un carattere forte, come Conte". Inevitabile un pensiero sull'esuberante Ferrero: "Come si lavora con un presidente così? Si ride molto e tanta gente da fuori ci chiede che tipo è. Io posso dire che ha portato entusiasmo e serenità, ci dà tutto per fare bene".

In azzurro Soriano ha ritrovato Balotelli, compagno in Under 21: "Più matto lui o Ferrero? Non saprei dire, il nostro presidente lo conosco ancora poco, quanto a Mario mi pare un ragazzo normale, tranquillo". E comunque Soriano ha altro cui pensare: "Per noi giovani italiani è arrivato il momento di dimostrare quanto valiamo".