Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 novembre 2014

Conte già sbotta: "Siamo soli contro tutti. Fateci lavorare"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

L'Italia vince di misura a Genova contro l'Albania e in conferenza stampa il commissario tecnico si sfoga, non solo contro la stampa: "Mi dicano chiaro che la Nazionale viene dopo di tutto. Io voglio i fatti. Ci stiamo estinguendo e pensate a Balotelli"

Sei partite alla guida della Nazionale e conte già sbotta. Il commento del ct al termine dell'amichevole contro l'Albania, vinta di misura dagli azzurri, è carico di rabbia e amarezza: "Nonostante le critiche noi proseguiamo ed abbiamo giocato sei partite, di cui cinque vinte e una pareggiata", ha detto in conferenza stampa. "Chi vuole storca la bocca, a noi tocca rimanere zitti e pedalare. Questi ragazzi vogliono mettersi in mostra e l'hanno dimostrato anche questa sera".

I complimenti ai suoi ragazzi - "Mi è piaciuta molto l'applicazione dei ragazzi - prosegue Conte - in un giorno e mezzo abbiamo preparato la partita contro l'Albania che ha giocato con la squadra titolare e ha pareggiato con Portogallo e Francia. Non è un buon momento, bisogna avere pazienza e far lavorare le persone. Cercheremo di fare anche qualche riunione per capire la situazione in generale. Io ho bisogno di lavorare, restare quattro mesi senza questi ragazzi è un problema. Poi se la Nazionale viene dopo tutto e tutti è giusto che me lo facciano sapere - ha concluso il ct - ma dobbiamo continuare così, nessuno ci aiuta e siamo soli contro tutti".

Prodotto in estinzione
- "Sto cercando di salvare un prodotto che è in estinzione, possibile che non si capisca?  Altro che Balotelli". Antonio Conte ha continuato lo sfogo, "stiamo ancora a parlare di Balotelli se va in discoteca o se non va? Lo trovo ridicolo e assurdo, in un momento così difficile del nostro calcio, un momento che tutti conosciamo, i problemi sono altri. Io lamento la mancanza di considerazione nei confronti della nazionale. E non bisogna dimenticare che abbiamo vinto per la quinta volta e se avessimo perso contro l'Albania cosa sarebbe successo? Sono passati tre mesi e comincio ad avere le cose abbastanza chiare: tutti dicono che bisogna cambiare. Poi ti giri e vedi che sei solo. La Nazionale - ha aggiunto - è vista solo come un fastidio"

Un messaggio per tutti - "Federazione e dirigenti stanno facendo qualcosa - ha continuato Conte - mi auguro che ascoltandomi si possa fare qualcosa a tutti i livelli per crescere. Sto lanciando un sasso e chi vuole capire, capisca. Io voglio lavorare non sono venuto qua per perdere tempo".