Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
27 novembre 2014

Handa, Kuz e Osvaldo: l'Inter va. Toro, basterà un punto

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

I nerazzurri battono il Dnipro in rimonta e si qualificano ai sedicesimi di Europa League come prima del girone. Ai granata (0-0 con il Bruges) basterà un pareggio con il Copenaghen, già eliminato

Un'altra settimana europea positiva per il calcio italiano, che continua la sua raccolta punti nel ranking Uefa. Le quattro squadre impegnate in Europa League hanno infatti mantenuto l'imbattibiltà (due vittorie e due pareggi) anche nella quinta giornata della fase a gironi, dopo che Roma e Juve hanno rispettivamente pareggiato e vinto nella due-giorni di Champions.

INTER-DNIPRO 2-1

16' Rotan (D), 30' Kuzmanovic (I), 50' Osvaldo (I)

Guarda la cronaca del match


San Handanovic a San Siro. Il portiere nerazzurro salva l'Inter e i nerazzurri superano con una giornata di anticipo la fase a gironi dell'Europa League. Eppure al Meazza è tutto in salita: Dnipro in vantaggio con Rotan dopo 16' e Inter che soffre. Al 28' gli ospiti sono a undici metri dal raddoppio. Una distanza considerevole quando c'è di fronte Handanovic, che infatti si oppone a Konoplyanka parando il sesto rigore consecutivo con la maglia dell'Inter (lo scorso 15 novembre fu battuto da Rooney, ma si trattava di Inghilterra-Slovenia). Una parata che dà la carica ai compagni: in meno di due minuti Kuzmanovic trova la sua prima rete in nerazzurro e le squadre vanno negli spogliatoi sull'1-1. Nella ripresa è sempre un miracolo del portiere sloveno a precedere il gol dei padroni di casa: capovolgimento di fronte e rete di Osvaldo. Nuciari, in panchina al posto dello squalificato Mancini, consegna così al Mancio la qualificazione come capolista del gruppo F. Le uniche note stonate arrivano dall'infermeria: lussazione alla spalla per Nagatomo, sostituito da Campagnaro nel primo tempo, e risentimento all'adduttore destro per Hernanes.



TORINO-BRUGES 0-0

Guarda la cronaca del match


Zero a zero e tutto rimandato all'ultima giornata della fase a gironi. A Torino il Bruges ripete il risultato ottenuto nella gara di andata, uno 0-0 con cui la squadra belga mantiene la testa del girone davanti ai granata (un punto di vantaggio). Il discorso qualificazione è apertissimo nel gruppo B: i belgi salgono a 9, la squadra di Ventura a 8, L'Helsinki a 6 (sorpassato il Copenaghen, che resta a 4, fuori dai giochi). Se nell'ultima giornata il Bruges evita di perdere in casa contro i finlandesi, i granata accederanno ai sedicesimi a prescindere dal risultato che otterranno a Copenaghen.