Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
02 dicembre 2014

Accuse di razzismo per Balo, la FA apre un'inchiesta

print-icon
bal

La vignetta pubblicata da Balotelli su Instagram

Nel mirino è finito un post pubblicato su Instagram da SuperMario con una vignetta del personaggio dei videogames descritto così: "Salta come un nero e afferra soldi come un ebreo". Poi le scuse su twitter, ma rischia 5 turni di squalifica

Mario Balotelli è finito di nuovo nella bufera. Questa volta non per vicende legate al gossip ma addirittura per razzismo. E' questa l'accusa della Football Association, che ha deciso di aprire un'inchiesta a suo carico per un post pubblicato su Instagram con l'immagine del celebre personaggio di videogames e una frase incriminata: "Salta come un nero e afferra soldi come un ebreo".

L'ex dirigente della FA Simon Johnson, che è il capo esecutivo del Jewish Leadership Council, avrebbe chiesto una punizione per il calciatore nonostante la prima parte della frase pubblicata contenesse un significato palesemente anti-razzista: "Non essere razzista. Fai come come Mario. È un idraulico italiano, creato da giapponesi, che parla inglese e assomiglia a un messicano".


Sono comunque arrivate via Twitter le scuse dell'attaccante del Liverpool.



"Mi scuso se ho offeso qualcuno, il mio post voleva essere antirazzista, con umorismo. Solo ora mi rendo conto che ho ottenuto l'effetto contrario. Non tutti i messicani hanno i baffi, non tutti gli uomini di colore possono saltare in alto e non tutti gli ebrei amano i soldi. Ho usato un cartone animato di qualcun altro, perché c'era l'immagine di Super Mario e perché pensavo fosse divertente, non offensivo. Mi scuso ancora". Così Mario Balotelli smorza le polemiche per il post pubblicato su Instagram e che conteneva una frase giudicata offensiva nei confronti degli ebrei.