Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
08 dicembre 2014

Mls, Robbie Keane regala ai Los Angeles Galaxy il 5° titolo

print-icon
los

Landon Donovan solleva la Mls Cup: Galaxy campioni per la quinta volta (Getty Images)

Con un gol nei supplementari l'ex squadra di David Beckham conquista il titolo a stelle e strisce, battendo 2-1 i New England Revolution. Grande festa per il team californiano che ha salutato Donovan, alla sua ultima partita prima del ritiro

Uno scatto sul filo del fuorigioco, un occhio al portiere, il destro preciso: un marchio di fabbrica. Con una delle più classiche azioni di Robbie Keane, azione sulla quale l'irlandese ci ha costruito un'intera carriera, i Los Angeles Galaxy si sono laureati per la quinta volta campioni della Mls (un record). Una vittoria sofferta, per 2-1, contro i New England Revolution, maturata soltanto ai supplementari. Per i Galaxy il trionfo è stato completato dal saluto, davvero speciale, tributato a Landon Donovan, che lo scorso agosto aveva annunciato il ritiro e che ha chiuso come meglio non avrebbe potuto, vincendo il sesto titolo della sua carriera, proprio nello stadio di casa. StubHub Center di Carson esaurito: 27 mila persone (un migliaio i tifosi dei New England) hanno trattenuto il fiato per 120': una partita emozionante che ha premiato il coach Bruce Arena per la quinta volta (terzo titolo con i Galaxy, dopo quelli del 2011 e del 2012). La squadra di Los Angeles ha trovato il vantaggio al 52' con Gyasi Zardes, mentre a 11' dal termine il gol di Chris Tierney ha mandato il match ai supplementari. Qui i Galaxy hanno costruito la vittoria grazie alle parate di Penedo, meteora ai tempi del Cagliari, e al gol di Robbie Keane, che solo qualche giorno fa era stato insignito del premio di miglior giocatore del campionato. Nella Regular Season i Galaxy avevano chiuso la Western Conference dietro ai Seattle Sounders.
Come nel 2012, quando i Galaxy batterono Houston e salutarono David Beckham, stavolta è toccato a Landon Donovan, a detta di tutti il miglior giocatore della storia a stelle e strisce. Il numero 10 ha dato l'addio al calcio sollevando il trofeo davanti ai suoi tifosi, come nelle favole più belle. Grande delusione invece per i New England Revolution: si giocavano il titolo nella finale per la quinta volta e per la quinta volta hanno perso... e sempre ai supplementari. Una vera e propria maledizione.