03 marzo 2017

Brasile, assassinato capo tifoso Palmeiras

print-icon
bia

Moacir Bianchi, il tifoso del Palmeiras assassinato (Foto dal sito globoesporte.globo.com)

Moacir Bianchi, 48 anni, ucciso mentre era fermo ad un semaforo a bordo della sua macchina. I killer lo hanno affiancato e hanno aperto il fuoco. Le fasi dell'agguato riprese da una telecamera di sicurezza. Era il fondatore del gruppo Mancha Alviverde, è il secondo capo della tifoseria a morire assassinato

Il fondatore della "Mancha Alviverde", il principale gruppo della tifoseria organizzata del Palmeiras, la squadra di San Paolo del Brasile, è stato assassinato con 22 colpi di pistola nella capitale paulista. Moacir Bianchi, 48 anni, è stato ucciso mentre era fermo ad un semaforo a bordo della sua macchina. I killer lo hanno affiancato e hanno aperto il fuoco. Le fasi dell'agguato sono state riprese da una telecamera di sicurezza e diffuse dai media locali.

Sulla pagina Facebook della tifoseria organizzata è comparso un messaggio in ricordo di Bianchi e centinaia di tifosi del Palmeiras, club fondato nel 1914 con il nome di Palestra Italia da un gruppo di immigrati italiani, hanno lamentato la sua morte. Bianchi è il secondo capo della tifoseria del Palmeiras a morire assassinato, dopo Cleo Sostenes.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky