Stampa tedesca: il Bayern taglia lo stipendio ai calciatori ai non vaccinati

dalla germania
©IPA/Fotogramma

Secondo il settimanale tedesco Bild am Sonntag il club bavarese avrebbe deciso di prendere un serio provvedimento verso i giocatori non vaccinati in rosa: in caso di quarantena il loro stipendio verrà tagliato per il periodo in cui saranno costretti all'isolamento

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN DIRETTA

Il "caso" covava sotto la cenere. La sconfitta a sorpresa nel match di venerdì scorso contro l'Ausgburg lo ha fatto deflagrare in maniera rumorosa. Secondo il settimanale tedesco Bild am Sonntag il Bayern Monaco avrebbe deciso di tagliare gli stipendi ai calciatori non vaccinati contro il Covid-19 e posti in isolamento dopo essere entrati in contatto con persone contagiate.

Oltre a Kimmich altri 4 giocatori non vaccinati

Il caso più eclatante è quello del 26enne nazionale Joshua Kimmich, posto in isolamento per la seconda volta a causa di una nuova esposizione al Coronavirus. Martedì scorso il calciatore era appena uscito dalla quarantena dopo essere entrato in contatto con il compagno di squadra Niklas Suele, risultato poi positivo sempre la scorsa settimana. Kimmich ha saltato il match di venerdì e il club lo avrebbe informato che il suo stipendio sarà ridotto per il periodo in cui la sua attività sarà sospesa. Oltre a Kimmich, che ha scelto di non vaccinarsi per motivi personali, sono altri quattro i calciatori che non hanno ricevuto dosi di vaccino. Come riporta il giornale tedesco, si tratta di Serge Gnabry, Jamal Musiala, Eric Maxim Choupo-Moting e Michael Cuisance. Per Kimmich si parla di un taglio di 380 mila euro lordi a settimana

Dal Bayern nessun commento ufficiale

leggi anche

Green pass falso, si dimette allenatore Werder

Il Bayern Monaco non ha voluto al momento commentare la vicenda che però sta scatenando un profondo dibattito in Germania davanti a una nuova ondata di epidemia da Covid-19. I tassi d'infezione questa settimana hanno raggiunto livelli record, poiché la percentuale di persone vaccinate è inferiore al 70%. I Governi regionali tedeschi di Baviera e Sassonia, tra i più colpiti dalla recrudescenza della pandemia di Covid-19, hanno annunciato venerdì la cancellazione di tutti i mercatini di Natale, oltre ad altre restrizioni locali. Giovedì una riunione del Comitato di crisi ha messo di fronte la cancelliera uscente Angela Merkel e i capi delle Regioni, che hanno deciso in particolare di applicare la regola '2G' su tutto il territorio, non appena la soglia dei ricovero supererà i tre pazienti Covid ogni 100.000 abitanti. Questa norma consente solo a vaccinati e ai guariti di accedere ai luoghi pubblici come ristoranti, cinema, sale da concerto o eventi sportivi, comprese le partite del Bayern Monaco

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche