19 ottobre 2008

Juventus, serve una serata Real per scordare Napoli

print-icon
via

GIANLUCA VIALLI analizza la supersfida di Champions con il Real Madrid (martedì in diretta su SKY Sport 1). ''I grandi campioni emergono in situazioni di questo genere e la squadra ne uscirà sicuramente più unita e più determinata''

di GIANLUCA VIALLI

Per me la sfida Juventus-Real Madrid significa tornare a ricordi molto piacevoli, perché l’ultima volta che la Juve ha vinto la Coppa dei Campioni io ero il capitano e incontrammo il Real ai quarti di finale. Saltai la gara di andata per infortunio e perdemmo 1-0 in Spagna, ma poi al ritorno riuscimmo a batterli 2-0 e quel successo ci spianò la strada per la vittoria finale. Spero che questo ricordo possa essere di buon auspicio per la Juve attuale.

Sono convinto che martedì Juventus e Real Madrid giocheranno entrambe per vincere, perché è nella loro mentalità e perché meglio un successo per uno rispetto a due pareggi. Credo che per la Juventus si apra un miniciclo fondamentale: tra Real Madrid e derby si decide la stagione. O si fa il gruppo (ambiente, società, squadra e allenatore) o si muore. Personalmente non ho dubbi: il gruppo si fa perché i grandi campioni emergono in situazioni di questo genere e la squadra ne uscirà più unita e più determinata.

Un'ultima cosa: il Real Madrid ha la difesa più forte degli ultimi 20 anni ed è una novità, visto che finora hanno pensato più a fare gol che non ad evitarne. Occhio ai due “vecchietti terribili”, Raul e Van Nistelrooy: loro ogni volta che scendono in campo giocano con una determinazione assoluta, perché vogliono far capire che sono tra ancora tra i 10 attaccanti più forti in circolazione.

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky