21 ottobre 2008

Mourinho: ''Con l'Anorthosis è decisiva, voglio i 3 punti''

print-icon
mou

Alla vigilia dell'incontro con i ciprioti lo Special One chiede concentrazione: "Abbiamo 4 punti e per arrivare primi nel girone ne servono altri 8". Soltanto due certezze: Toldo al posto di Julio Cesar e l'intoccabile Ibrahimovic in attacco.

Non aveva paura della Roma all'Olimpico, figuriamoci se può essere spaventato dall'Anorthosis a S.Siro. Ma attenzione, José Mourinho non farà mai l'errore di sottovalutare il proprio avversario. Il pericolo è sempre al varco e il portoghese lo sa bene: "Parliamoci chiaro: se vinciamo domani la nostra situazione in Champions è buona. Se non vinciamo, invece, la qualificazione nel girone si fa difficile". Lo Special One invita i suoi a dimenticare la grande prova di domenica sera all'Olimpico, e a concentrarsi sulla gara in Champions League contro i ciprioti dell'Anorthosis Famagosta, rivelazione del girone.
"Se l'Inter fa una partita orribile - prosegue - non sarebbe la prima volta che capita a una squadra che ha appena vinto una partita fantastica".  Ma l'Inter non se lo può permettere: "Abbiamo 4 punti e per arrivare primi nel girone dobbiamo farne altri 8; quattro con l'Anorthosis, e quindi è fondamentale farne tre domani".
Mourinho diramerà la lista dei convocati dopo l'allenamento del pomeriggio, e non ha voluto anticipare molto sulla formazione. Le uniche certezze sono Toldo al posto di Julio Cesar e il solito Ibrahimovic. Per il resto dovrebbero rientrare Materazzi e Burdisso, con Chivu terzino sinistro e Zanetti a centrocampo. Davanti dovrebbe essere la volta di Adriano e magari anche di Balotelli esterno destro.

Mourinho ha speso parole di elogio per Toldo: "Mi piace il fatto che da voi non sia arrivata la domanda "Perché non gioca Julio Cesar?". Se non la fate vuol dire che conoscete il valore di Francesco. Gioca lui perché è forte". Il tecnico portoghese  ripete che "29 giocatori sono troppi" e si sofferma sulla situazione di Hernan Crespo, escluso dalla lista per la Champions. "Posso solo dire cose buone di Hernan. Lavora molto bene ed è un grande  professionista. Il problema è che siamo in 29 e l'allenatore deve  fare delle scelte in base alle caratteristiche dei giocatori. A volte  vado a casa triste, non pensate che sia facile per me. Comunque ho chiesto a Butti (il team manager, ndr) di chiamare Platini per farci  giocare in 14, ma non è possibile".

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky