Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 marzo 2009

Henry, Eto'o e Messi trascinano il Barça. Fuori l'Atletico

print-icon
bar

Tridente delle meraviglie. Eto'o, Messi e Henry hanno affossato il Lione con quattro gol in 42'

Il tridente delle meraviglie di Guardiola firma il 5-2 che consente ai catalani di strapazzare il Lione e di volare ai quarti. Va male invece ai biancorossi di Madrid che pagano il 2-2 dell'andata. Al Do Dragao finisce 0-0 e passa il Porto

COMMENTA NEL FORUM DELLA CHAMPIONS

GIOCA A FANTACAMPIONI

GIOVEDI' LA VIDEOCHAT CON VIALLI E ROSSI

Guarda la cronaca dei match

BARCELLONA-LIONE 5-2
25’ pt e 27’pt Henry (B), 40’ pt Messi (B), 42’ pt Eto’o (B), 44’ pt Makoun (L), 3' st Jouninho (L), 50' st Keità (B)

PORTO-ATLETICO MADRID 0-0


Dopo la debacle del Real Madrid, sorride a metà la Spagna. Passa ai quarti il Barcellona, si ferma l’Atletico. Henry, Messi ed Eto’o. E’ bastato scatenare il suo tridente delle meraviglie al Barcellona di Guardiola per archiviare la pratica Lione con un secco e perentorio 5-2. I catalani passano ai quarti passeggiando sui francesi che riescono a resistere al "Miedo Escenico" del Camp Nou per soli 25’, ovvero il tempo necessario a Thierry Henry per regalare il primo dispiacere della serata al malcapitato Lloris. Dopo soli 2’ i blaugrana raddoppiano con l’ex Arsenal che di sinistro batte nuovamente il portiere del Lione. Ma alla festa catalana non vogliono mancare neppure Messi (autore dell’ennesima perla) ed Eto’o che nell’arco di 2 minuti trovano le reti del poker. I francesi provano a reagire e riescono con Makoun e Juninho Pernambucano a limitare i danni. Ma nella sostanza il risultato non cambia con il Barcellona che nel finale trova con Keità la rete del definitivo 5-2. Il Barça sembra essersi messo alle spalle il periodo buio che aveva consentito al Real di riavvicinarsi nella Liga ed essere tornata quella squadra delle meraviglie che aveva incantato mezza Europa.

Se sorride la Catalogna, non può fare lo stesso la parte colchonera di Madrid. L’Atletico infatti non è riuscito a ribaltare il 2-2 del Calderon ad Oporto. Aguero e compagni avevano un solo imperativo per la trasferta portoghese: vincere. I biancorossi di Abel Resino ci hanno provato fino alla fine ma non sono riusciti a scardinare la porta difesa da Helton. Con lo 0-0 del Do Dragao Passa il Porto. Per l’Atletico e i suoi straordinari tifosi la Champions è finita.