05 maggio 2009

Champions. Il Manchester vola a Roma, Arsenal ko 3-1

print-icon
ars

Cristiano Ronaldo ha trascinato i Red Devils alla seconda finale consecutiva di Champions League

La rete in apertura di Park e una doppietta di Cristiano Ronaldo consentono ai Red Devils di espugnare l'Emirates e di qualificarsi per il secondo anno di fila per la finalissima del 27 maggio. Ai Gunners non basta il gol di Van Persie su calcio di rigore

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

COMMENTA NEL FORUM DELLA CHAMPIONS

SFIDA ROSSI E VIALLI, GIOCA A FANTACAMPIONI

ARSENAL-MANCHESTER UNITED 1-3

8' pt Park (M), 11 pt e 16' st Ronaldo (M), 31' st rig Van Persie (A)
clicca e leggi la cronaca del match

I campioni al Colosseo. Il Manchester United a Roma. Perché i Red Devils non hanno lasciato scampo all'Arsenal, hanno fatto loro il derby d'Inghilterra zittendo in dieci minuti i 60.000 dell'Emirates Stadium e adesso si preparano il 27 maggio a difendere il trono di regina d'Europa dall'assalto di Chelsea o Barcellona. Nel segno di Cristiano Ronaldo, naturalmente. Suo l'assist per il primo gol del piccolo ma inesauribile Park, sua la punizione bomba che, nemmeno cominciata, ha mandato subito in archivio la partita. Finita poi 3-1 con la doppietta del Pallone d'oro e la rete della bandiera della squadra di Wenger, segnata da van Persie su rigore, quando la rimonta era ormai impossibile. Si era già infranto all'alba della sfida infatti il sogno dei Gunners.

La possibilità di detronizzare i campioni e volare a Roma era scivolata via già dopo otto minuti, quando il giovane Gibbs non era riuscito a rimanere in piedi su un cross di Cristiano Ronaldo lasciando la possibilità a Park di superare Almunia. Poi, tre minuti dopo, era toccato al portiere fare una brutta figura, sorpreso da una punizione da trentasette metri del portoghese. Bye bye Arsenal. Troppo forte il Manchester United. Niente hanno potuto i vari van Persie e Adebayor, quest'ultimo sempre più nel mirino del Milan e seguito in tribuna da Galliani e Ancelotti (partita opaca quella del togolese).

Ha brillato invece, e tanto, la stella di Cristiano Ronaldo, che al quarto d'ora della ripresa ha fatto 3-0 dopo un perfetto contropiede lungo sessanta metri, cominciato proprio dai suoi piedi e orchestrato da Anderson e Rooney prima che la palla tornasse al portoghese. Il rigore che ha poi permesso a van Persie di regalarsi una piccolissima gioia ha fatto in realtà più notizia per la clamorosa svista del nostro Rosetti e per l'espulsione di Fletcher, che così salterà la finale dell'Olimpico. Perché per il resto le sfide con le inglesi in Champions sono rimaste un tabù per i Gunners, che non hanno mai passato il turno in un derby, mentre la squadra di Ferguson ha allungato una striscia positiva che non la vede perdere in Europa ormai da due anni (l'ultima volta contro il Milan).

Quarta finale della storia per i Red Devils, la terza con l'allenatore scozzese, con la possibilità di diventare la prima società capace di vincere due volte di fila la Coppa dei Campioni da quando è diventata Champions League. Una impresa che finora non è riuscita a nessuno. Due volte consecutive in finale, invece, ci sono andate anche Milan e Juventus, ma anche il Valencia di Cuper. Sulla sua strada ora il Manchester United troverà Drogba oppure Messi. Sara' comunque spettacolo. Una finale da campioni.


CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky