08 dicembre 2009

Doping, due giocatori del Cska sospesi per irregolarità

print-icon
ign

Sergey Ignashevich sospeso insieme a Alexei Berezutsky per irregolarità nei controlli antidoping (Foto AP)

Ignashevich e Berezutsky sono stati sospesi dalla Fifa per non aver rispettato le procedure antidoping nella gara col Man Utd. Colpa di una lacunosa comunicazione dello staff medico sull'assunzione di medicinali. I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

GUARDA TUTTI I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

GIOCA SUBITO A FANTACAMPIONI

La Uefa ha sospeso due giocatori del Cska Mosca, Alexei Berezutsky e Sergey Ignashevich, per irregolarità nei controlli antidoping eseguiti dopo il match di Champions League pareggiato 3-3 lo scorso 3 novembre sul campo del Manchester United. I due difensori non potranno essere impiegati nella gara sul campo del Besiktas.

Dal proprio sito, il Cska annuncia di aver ricevuto la comunicazione della Commissione disciplinare della Uefa. La società "non comprende pienamente le circostanze" e ipotizza che il provvedimento della Uefa sia legato ad un errore burocratico commesso  dallo staff sanitario del club. I medici del Cska non avrebbero notificato in maniera corretta l'assunzione, da parte dei due giocatori, di un farmaco per combattere sintomi influenzali.

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky