09 dicembre 2009

Moratti: "Abbiamo giocato con rabbia e personalità"

print-icon
eto

Eto'o ringrazia il pubblico che lo inneggiava dopo il gol dell'1-0

Il presidente dell'Inter è soddisfatto dal 2-0 al Rubin: "Tutti hanno reso al massimo, ci vuole sempre questo orgoglio". Eto'o: "Se giochiamo così battiamo chiunque". Cordoba: "Obiettivo raggiunto, abbiamo giocato come fosse una finale". GUARDA LE FOTO

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

TUTTI I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

COMMENTA NEL FORUM DELL'INTER

Massimo Moratti è soddisfatto per la vittoria della sua Inter contro il Rubin e per la qualificazione: "Sono sereno, come sempre. Stasera abbiamo veramente giocato una grande partita, con rabbia e personalità. Tutti i giocatori hanno reso al massimo, penso a Zanetti che è stato decisivo. Balotelli? Mourinho lo stima molto sennò non lo avrebbe schierato dall'inizio in una gara come questa. Mario ha grandissimi numeri e può decidere un match in qualsiasi momento. Merita la Nazionale? Mi piacerebbe. Adesso pensiamo ad andare avanti, cercando di mettere in campo sempre questo orgoglio, che chi indossa questa maglia deve sempre avere. Speriamo di andare meglio delle ultime due stagioni, quando ci siamo fermati agli ottavi. Chi voglio evitare? Nessuno"

"La chiave della vittoria è stata che la squadra ha corso molto e bene. A Barcellona avevo detto che avevamo corso molto e male. Questa è la chiave del successo". Così Samuel Eto'o, autore del primo gol che ha dato la vittoria all'Inter e la qualificazione agli ottavi, giudica la prova della squadra. "E' il mio nono gol della stagione, ma non è ancora abbastanza, i calcoli si fanno alla fine, l'importante è poter continuare così". Adesso ci sono gli ottavi di finale ed essendosi qualificata come seconda, l'Inter rischia di trovarsi di fronte una formazione molto blasonata:"Non possiamo scegliere, a volte chi ha meno blasone poi alla fine ti batte. Non ci sono preferenze, dipenderà soprattutto da noi, se giochiamo come stasera possiamo battere chiunque".

Ivan Cordona mostra soddisfazione per il successo nerazzurro sul Rubin Kazan: "Abbiamo affrontato la gara come una finale. Mourinho era molto contento. Abbiamo raggiunto un obiettivo e adesso non ci dobbiamo fermare. Stasera seve essere un punto di partenza per crescere ancora. Sinceramente ora non si deve pensare ai possibili avversari. Tanto per arrivare alla fine le grandi squadre vanno affrontate tutte. Sicuramente questa partita ci ha dato qualcosa in più a livello di convinzione. Ringrazio i tifosi che si sono comportati alla grande. Balotelli? Piano piano tutto si sistemerà. Il mister ha grande esperienza e Mario deve ascoltarlo ed esprimersi al meglio".

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky