09 marzo 2010

Rooney è pronto a far male al Milan. Ma i tifosi boicottano

print-icon
roo

Wayne Rooney esulta: sir Alex Ferguson assicura, sarà in campo contro il Milan

Il tecnico del Manchester avverte: Wayne è pronto e sarà un pericolo per i rossoneri, sarà una gara aperta e vinceremo. La protesta: i fan dei Red Devils vogliono tardare l'ingresso sugli spalti. GIOCA A FANTACAMPIONI, I GOL DELLA CHAMPIONS

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

GIOCA SUBITO A FANTACAMPIONI!

COMMENTA NEL FORUM DEL MILAN

GUARDA I GOL DEL MILAN IN CHAMPIONS

TUTTA LA CHAMPIONS SU SKY SPORT

Wayne Rooney è pronto ed è un pericolo in più per il Milan. A fare il punto della situazione sulle condizioni dell'attaccante del Manchester United è sir Alex  Ferguson: "Wayne è molto migliorato rispetto a sabato quando sembrava non potesse giocare, ed è pronto", dice il tecnico dei Red Devils nella conferenza stampa alla vigilia della sfida dell'Old Trafford contro i rossoneri. "Ha fatto progressi incredibili in questi giorni e per come sta giocando ultimamente, rappresenta un pericolo per tutti: lo sarà per il Milan anche domani", sottolinea Ferguson.

"Non c'è dubbio che sarà una gara aperta, ce la giocheremo, cercheremo di chiudere la gara attaccando ma sarà il Milan che dovrà rischiare di più e attaccare a sua volta perché deve segnare. Questo aprirà spazi e renderà la gara interessante e aperta". Ferguson tiene a precisare una delle qualità della sua squadra: "Siamo bravi a difendere il vantaggio, giocheremo una gara normale, come facciamo sempre, in attacco. Lo facciamo sempre, è il nostro sistema di gioco, no dobbiamo essere confusi dal risultato che ci avvantaggia. Sarà una gara difficile, dobbiamo comunque giocare per vincere. Questo sarà il nostro approccio alla gara".

Il boicottaggio dei tifosi - Boicottare i primi dieci minuti della sfida di Champions League di domani sera contro il Milan entrando in ritardo a Old Trafford. I tifosi del Manchester United, come si legge sui quotidiani britannici, stanno pensando anche a questa forma di protesta contro la famiglia Glazer, proprietaria del club. "Non ne so nulla, ma questa è una partita troppo importante per noi e i nostri tifosi lo sanno", ha commentato sir Alex Ferguson, che negli ultimi giorni ha smentito il proprio coinvolgimento con i Red Knights, i cavalieri rossi, ovvero una cordata di tifosi facoltosi dello United che starebbero preparando una proposta di acquisto del club da sottoporre ai Glazer. "Milioni di persone guarderanno questa partita e quando vedranno migliaia di seggiolini vuoti, avremo mandato un forte messaggio alla famiglia Glazer - ha spiegato al Daily Mail un membro del Must, il Manchester United Supporters Trust, promotore dell'iniziativa -. Da quanto ho sentito, 10 mila tifosi potrebbero aderire, e se molti torneranno a sedersi per gran parte della partita, potrebbe esserci una larga percentuale di tifosi pronti a restare fuori dallo stadio". Nelle ultime settimane la protesta dei tifosi si è colorata di giallo e verde, le tinte del Newton Heath la squadra da cui all'inizio del '900 nacque il Manchester United, e la scorsa settimana e' partita una raccolta di firme conto i Glazer che ha superato in fretta quota 100 mila. 

Out il difensore Brown - Almeno sei settimane di stop, si apprende intanto, per Wes Brown, difensore del Manchester United. Il giocatore si è procurato la frattura di un osso del piede sinistro, infortunio già subito lo scorso anno, nel corso del match di Premier League vinto per 1-0 sabato scorso in casa del Wolverhampton. Oltre al match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League di domani sera contro il Milan all'Old Trafford, Brown salterà certamente i match di campionato contro Fulham, Liverpool, Bolton e Chelsea.

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky