05 aprile 2010

Cska, parla Slutsky: "Il sintetico non ci favorisce"

print-icon
int

Leonid Slutsky

Il tecnico dei moscoviti, che non potrà contare sugli squalificati Aldonin e Krasic, non si fa illudere dal discusso fattore erba sintetica dello stadio Luzniki: "I risultati della Nazionale insegnano, non ci sono grandi differenze". I GOL DELLA CHAMPIONS

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

Per rimontare un gol all'Inter il Cska deve giocare "in modo più aggressivo davanti", ma con "il giusto equilibrio tra difesa e attacco", perché subire un'altra rete in casa sarebbe disastroso. Lo ha detto il tecnico dei moscoviti, Leonid Slutsky, nella conferenza stampa alla vigilia del ritorno dei quarti di finale di Champions League.

"La cosa più importante è fare risultato - ha dichiarato l'allenatore del Cska secondo quanto riportato dal sito ufficiale della Champions -. Se ci qualifichiamo senza giocare un calcio spettacolare sono certo che tutti al club saranno felici, ma ovviamente dobbiamo segnare e per farlo dovremo essere più aggressivi in avanti. In ogni caso non possiamo permetterci di dimenticare la difesa perché se subiamo gol il nostro compito diventerà praticamente impossibile".

Si parla molto del prato in erba sintetica dello stadio Luzniki di Mosca, che l'Inter testerà nel pomeriggio. "Non credo che il campo artificiale ci favorirà - ha risposto Slutsky -. A giudicare dalle partite della nazionale russa su questo campo e dal modo in cui le squadre russe hanno giocato in Europa, non credo ci siano grandi differenze". Al Cska mancheranno alcuni uomini chiave e il tecnico russo prova a fare pretattica. "E' sempre dura quando si perdono due titolari (gli squalificati Evgeni Aldonin e Milos Krasic, ndr), ma abbiamo più di undici elementi in squadra. Dobbiamo cambiare gli undici iniziali, ma spero davvero che la qualità del nostro gioco non ne risentirà. Non sono pronto a dirvi chi sostituirà gli assenti".

Cska Mosca-Inter, gara valida per il ritorno dei quarti di finale di Champions League 2009-2010, in programma domani martedì 6 aprile al "Luzhniki Stadium" di Mosca (calcio d'inizio ore 20.30 locali, 18.30 italiane), sarà diretta dall'arbitro francese Stephane Lannoy. Gli assistenti saranno Dansault e Ugo; quarto uomo Gautier. Per Lannoy si tratta dell'esordio ufficiale con i nerazzurri dopo essere stato quarto uomo di Shakthar Donetsk-Inter, gara valida per l'andata del preliminare della Champions League 2005-2006.

GIOCA A FANTACAMPIONI!

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky