08 aprile 2010

Il Barça non è l'Inter. Ibra: qui si gioca solo per vincere

print-icon
ibr

Zlatan Ibrahimovic ritroverà la sua Inter nella semifinale di Champions League (Foto AP)

Sarà una sfida nella sfida quella tra l'attaccante blaugrana e i suoi ex compagni. Lo svedese non rinnega la sua scelta: "Al Barça ci si diverte e si cerca sempre di segnare per questo ho lasciato l'Inter". GUARDA I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

GUARDA LE PAGELLE


"Questa squadra sta facendo storia e io sono molto felice di farne parte": riassume così le sue impressioni sul Barcellona l'ex nerazzurro e oggi blaugrana Zlatan Ibrahimovic, quando mancano meno di due settimane al primo incontro tra Inter e Barça. "Nessuno aveva mai fatto qualcosa di simile finora", continua lo svedese, "io sono arrivato a metà dell'impresa, ma sono molto felice di essermi unito e di aver vissuto quello che ho vissuto. Per me è un onore e spero che questo continui".

L'ex interista non fa mistero delle sue preferenze per il gioco del Barça: "La cosa più bella è vincere e divertirti giocando, è fantastico", assicura senza mezzi termini nell'intervista a "Sport". Per Ibra "nel calcio attuale il fattore mentale e l'attitudine  rappresentano il 50% del successo", ed è quindi felice di trovarsi in un club che, come lui, "vuole vincere e arrivare piu' lontano". Lo svedese rincara anche la dose di elogi a Guardiola: "A livello personale la mia relazione con Pep è stata molto positiva fin dall'inizio. Pep mi parla chiaro, dice direttamente cosa vuole, è molto aperto", spiega Ibra. Credo che sia molto importante che un tecnico si relazioni così con i suoi giocatori e che ognuno sappia cosa fare. Pep è fantastico", conclude lo svedese.

E il confronto con l'Inter, nella quale ha giocato dal 2005 al 2009? "Sono (due squadre) molto diverse. Qui devi avere il pallone tutto il tempo, ci alleniamo sempre con il pallone", assicura l'attaccante, che ricorda però che "anche con Mourinho lavoravamo sul possesso palla". Il fatto è che, spiega ancora il calciatore, "In Italia quando fai un gol sembra sufficiente, ma con il Barça devi farne ancora e continuare a giocare bene a calcio". E Ibra non ha dubbi: "Questa è una delle ragioni per cui sono venuto a giocare qui".

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky