26 aprile 2010

Inter verso il Triplete: la rivoluzione secondo Mourinho

print-icon
int

Striscione a S.Siro nella semifinale d'andata: mercoledì si replica a Barcellona. Stessa musica?

Champions, campionato e Coppa Italia. In attesa del Barcellona, viaggio nella nuova mentalità dei nerazzurri. E' forte la voglia di farcela, ma anche la convinzione che a ogni piccola distrazione tutto può sfumare. I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

INTER-BARCELLONA: LE FOTO PIU' BELLE DEL MATCH

I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

di Silvia Vallini

La rivoluzione continua. La comanda Mourinho, capo di una mentalità nuova, che non si manifesta soltanto in Champions League, ma si rivela nell'abilità strategica necessaria a gestire forze e tensione nervosa, verso il triplete che un anno fa riuscì proprio al Barcellona. Si avverte forte la voglia di farcela e la fiducia, accompagnata però dalla ferma convinzione che a ogni piccola distrazione il grande desiderio può sfumare.

Se arriva un successo in campionato, bene, perché serve ad aumentare la fiducia verso la Champions e viceversa. Se però si va incontro a una delusione, come nel caso del sorpasso della Roma a 3 giorni dalla semifinale di Coppa Italia, a 10 da Inter-Barcellona, è vietato fermarsi, altrimenti si rischia di passare dal tutto al niente, in un attimo. Consapevolezza comune, a squadra e società.

Ci si aspetterebbe di trovare almeno una traccia di soddisfazione nelle risposte del presidente Moratti poche ore dopo il primato riagguantato a 3 partite dalla fine. Ma se questa non si coglie, è perché è solo trattenuta, perché il giorno dopo è innanzi tutto il giorno che precede la partenza per Barcellona. Lo switch dev'essere veloce, un colpo di telecomando e il canale cambia. Questa è l'Europa e solo questa è davanti agli occhi, fin dal risveglio.

Altro che pazza Inter. Mai tanto freddamente razionale, invece. Anche di fronte a scatti di pazzia. Balotelli è utile? Lo sarebbe stato anche contro l'Atalanta. E se l'istinto detterebbe il suo nome sulla lista delle convocazioni, date anche le precarie condizioni di Pandev e Sneijder, la mente dice che deve essere valutato di ora in ora il rapporto tra il giovane e la squadra. Ogni minimo rischio di tensione deve essere evitato. E solo dopo il colloquio tra Moratti e Mourinho, la decisione verrà presa, insieme, perché insieme si fa la rivoluzione.

GIOCA A FANTACAMPIONI!

COMMENTA NEL FORUM DELLA CHAMPIONS

Guarda anche
Ibra all'Inter: in finale ci andiamo noi
Moratti: testa al Barça. Sneijder out, Guardiola: ma va
La Catalogna si mobilita: Barça-Inter, la partita del secolo
Barça e tifosi contro l'Inter: "Venderemo cara la pelle"

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky