28 aprile 2010

Mourinho: "E' la sconfitta più bella della mia vita"

print-icon
bar

José Mourinho applaude l'impresa della sua Inter costretta a giocare in 10 dal 28' del primo tempo a causa dell'espulsione di Thiago Motta

Il tecnico dell'Inter entusiasta per la qualificazione alla finale di Champions elogia i suoi ragazzi: "Loro volevano vendere cara la pelle, noi in campo abbiamo lasciato il sangue. E' stata una gara straordinaria". I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

GUARDA L'ALBUM DEL CAMMINO DELL'INTER IN CHAMPIONS

LE PAGELLE DI BARCELLONA-INTER


I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

"La mia squadra ha lasciato il sangue, loro volevano vendere cara la pella e hanno fatto la festa prima; noi abbiamo lasciato il sangue e l'abbiamo fatta dopo. Con il Barcellona è difficile in undici, con dieci è un'impresa storica": sono le prime parole di José Mourinho dopo la qualificazione alla finale di Champions. "Chiedo ancora uno sforzo ai tifosi. Tifosi, venite a prendere questa splendida squadra all'aeroporto a Milano, venite a Roma, dobbiamo giocare un'altra finale domenica con Lazio e poi in Coppa Italia con la Roma: pensavo di aver toccato il massimo dell'empatia con i tifosi del Chelsea, ma con quelli dell'Inter è ancora di più. Sono innamorato dell'Inter e di questi tifosi, non del calcio italiano: lo rispetto, ma non lo amo".

Per lo Special One "è la sconfitta più bella della mia vita. Questa squadra meritava di pareggiare 0-0. E' stata una gara straordinaria. Loro hanno lasciato la pelle, noi il sangue...". "Ho gia' vinto la Champions - ha concluso -, oggi è stato più bello di quando ho vinto io. Purtroppo non potevo giocare, sennò entravo e lasciavo anche io il sangue". E il futuro? "Non prendo questa strada, il mio futuro ora sono queste 5 finali che mi rimangono".

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky