23 novembre 2010

Benitez sicuro: col Twente vinciamo e cambiamo la stagione

print-icon
ben

Rafa Benitez e Javier Zanetti, l'allenatoree il capitano dell'Inter uniti nella lotta

L'allenatore nerazzurro alla vigilia di una sfida determinante per il cammino in Champions League ostenta ottimismo: "Possiamo vincere tutti i titoli". Capitan Zanetti lo difende: "Macché cambio di allenatore. Avanti così". Convocati cinque Primavera

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

Album: Champions League

Guarda i gol della Champions da Sky Sport


Guida tv: così Inter-Twente su Sky

Parla Benitez - "Col Twente partita decisiva per me? Io la vedo in un'altra maniera. Sono convinto che domani vinciamo e sarà la prima di tante partite vincenti". Così Rafa Benitez alla vigilia del match contro gli olandesi del Twente decisivo per il passaggio agli ottavi di Champions. "Io guardo sempre le cose in positivo e penso che con il lavoro  possiamo battere chiunque. La prossima partita è importante per la società e se vinciamo sono sicuro che cambiera' la nostra mentalità. La squadra è unita e vuole vincere, stiamo lavorando al 100  percento", dice Benitez.

"Quella di domani è una partita diversa e importante perché sappiamo che se vinciamo siamo qualificati. Siamo in un momento in cui possiamo ancora vincere tanti trofei. Se ritroveremo i giocatori infortunati sono sicuro che la squadra sarà più forte. Sneijder?  Sappiamo che l'anno scorso ha giocato tante partite e non è facile per nessuno. Ma sta lavorando bene, lo aspetto e spero che possa dare il meglio domani". Fra i convocati c'è anche Thiago Motta: "E' disponibile, è chiaro che non puo' giocare per novanta minuti ma se  viene in panchina è una possibilità in piu'".

Il Twente, osserva, è "una squadra fisicamente forte e molto brava su palla inattiva. Ma non penso che possiamo perdere, siamo preparati per vincere e tutti siamo convinti di questo. Sono anche sicuro che i tifosi domani saranno dietro la squadra perché noi stiamo facendo il 100 percento".

Il capitano difende l'allenatore - "Nessuno pensa al cambio di allenatore. Andiamo avanti, le critiche non ci fermano. Questo periodo finirà, vogliamo invertire questa tendenza al più presto". Javier Zanetti sprona l'Inter alla vigilia di un match fondamentale. Domani i nerazzurri, in crisi profonda, ricevono il Twente in una sfida determinante per il cammino in Champions League. "Sappiamo che stiamo attraversando un momento di difficoltà per tanti motivi. Non ci fermiano, è normale che ci siano le critiche. Da 5 anni non facciamo altro che vincere, può capitare un momento così ed è normale che arrivino le critiche", dice il capitano.

La panchina di Rafa Benitez vacilla, la gara di domani potrebbe decidere il destino del tecnico spagnolo. Quando si parla di malumore nello spogliatoio, il capitano afferma: "Non se se qualcuno parli con voi -dice rivolto ai giornalisti-. So che quello che è successo con  Cambiasso è vergognoso". Il riferimento è alla notizia diffusa da una trasmissione televisiva, secondo cui Esteban Cambiasso avrebbe telefonato al presidente Massimo Moratti per chiedere la sostituzione di Benitez. Il giocatore ha subito smentito categoricamente di aver preso una simile iniziativa.

"Un mese fa si diceva che la squadra giocasse meglio. In tante partite l'Inter avrebbe meritato di più. Speriamo che questo periodo finisca, già a partire da domani sera", dice Zanetti. "Tutti cerchiamo di dare il massimo. A volte ci riusciamo, a volte no. Il  presidente dice che in questo momento bisogna giocare con rabbia: noi cercheremo di farlo con una buona prestazione", aggiunge. "Ci  mancano diversi giocatori, qualcuno è fuori per problemi gravi. Ma  nessuno entra in campo con la paura di farsi male", dice rispondendo  alle domande sulla valanga di infortuni che ha riempito l'infermeria.

Sono intanto venti i giocatori che Rafa Benitez ha convocato per la partita di domani a San Siro contro il Twente, penultimo turno della fase a gironi di Champions League. Tra i convocati anche cinque Primavera. Portieri: 12 Luca Castellazzi, 21 Paolo Orlandoni, 92 Alberto Gallinetta; Difensori: 2 Ivan Cordoba, 4 Javier Zanetti, 6 Lucio, 23 Marco Materazzi, 34 Cristiano Biraghi, 39 Davide Santon, 57 Felice Natalino; Centrocampisti: 5 Dejan Stankovic, 8 Thiago Motta, 10 Wesley Sneijder, 19 Esteban Cambiasso, 30 Mancini, 40 Obiora Nwankwo, 48 Lorenzo Crisetig; Attaccanti: 9 Samuel Eto'o, 27 Goran Pandev, 88 Ludovic Biabiany.

La Champions sul tuo Pc, scopri come

CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky