Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
06 aprile 2011

Il day after di Moratti: "Ci hanno dato una severa lezione"

print-icon
mas

Il presidente nerazzurro Massimo Moratti

Il presidente nerazzurro assolve Leonardo dopo il rovescio contro lo Schalke: "Sconfitta inaspettata, ma la mia considerazione su di lui non cambia. Ne usciremo". Ma sul web i tifosi sfogano la delusione nei confronti del tecnico. FOTO E VIDEO

Guarda i video: le emozioni della Champions minuto per minuto

I gol della Champions da Sky Sport

Inter, notte da incubo. Campioni con un piede fuori dall'Europa: le foto

Ieri sera la lunga chiacchierata con Leonardo dopo il pesante ko interno con lo Schalke , le prime parole ("La mia considerazione su Leonardo non è cambiata, so quanto il calcio sia crudele e lui si è trovato in una realtà diversa. Ho visto una squadra stanca"), quindi questa questa mattina una nuova analisi a mente fredda. Massimo Moratti, però, non ha cambiato idea e non vede tutto nero dopo il 5-2 interno incassato ieri contro i tedeschi. "E' una cosa inaspettata quello che è successo, una lezione. Però, insomma, i giocatori sono sempre gli stessi e quindi vediamo lo stesso di affrontare la situazione. Molte volte le cose che sembrano impossibili diventano più facili, quindi vediamo di saper capire come trasformare ciò che è accaduto in qualcosa di positivo. Non è facile ma io credo che tutto sia dovuto molto alla stanchezza. Se è così, vediamo di rimetterci in pista, anche con i giocatori che abbiamo a disposizione". Per la sconfitta nel derby contro il Milan, Leonardo era stato criticato per il modulo scelto, ieri ha inserito un centrocampista in più, ma è arrivata un'altra batosta con 5 gol incassati. "Tutta la squadra partecipa alla fase difensiva - spiega il presidente dell'Inter - e mi è sembrato che ci fosse un po' meno partecipazione ma non per volontà, piuttosto per mancanza di forza a un certo punto".

In realtà, però, se Leo ha incassato la fiducia e le rassicurazioni di Moratti (che ha visto "una squadra stanca"), le due sonore sconfitte prima nel derby col Milan e poi contro lo Schalke 04 hanno lasciato più di uno strascico fra i tifosi nerazzurri: nello stadio ammutolito, a pochi minuti dalla fine del match dal quale i nerazzurri sono usciti sconfitti per 5-2 un tifoso, con voce stentorea, urla al tecnico brasiliano: "Torna al Milan". Fischi per Chivu, che si è fatto espellere lasciando in dieci la squadra per la seconda volta in quattro giorni. In tanti hanno abbandonato gli spalti prima del fischio finale.

Leonardo è giovane, un allenatore alle prime armi, ma il gioco non si inventa. Sul web il tam tam del dopo partita: sarà lui il tecnico giusto per emulare le gesta di Mourinho? Ieri sera il modulo è cambiato rispetto alla partita contro il Milan: è tornato il rombo di centrocampo ma la difesa è stata disastrosa. Nel complesso, l'atteggiamento in campo è stato sbagliato e le stelle dell'Inter sembravano brillare di meno. Il tecnico brasiliano ha fatto molto, bisogna capire se sia adatto al ruolo o se questa squadra, tronfia di successi, non sia arrivata al capolinea e vada nel complesso rinnovata. C'e' chi immagina un futuro con Guardiola, chi auspica un ritorno suggestivo di Mourinho. Il dibattito è aperto, ma nell'immediato ogni cambiamento è da escludere.



Gioca a Fantacampioni