Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 settembre 2013

Napoli-Borussia, pioggia di gol: gli attacchi a confronto

print-icon
hig

Gonzalo Higuain ha realizzato nove gol in Champions League

GUARDA L'INFOGRAFICA. Sono le due squadre più in forma in Europa, ai vertici dei rispettivi campionati. A guidarle due attacchi dai numeri impressionanti. Higuain e Lewandowski i goleador, Callejon e Reus le armi a sorpresa

GUARDA L'INFOGRAFICA: IL CONFRONTO TRA NAPOLI E BORUSSIA

Per farsi un'idea di quale forza d'urto scenderà in campo al San Paolo basta spulciare il dato della media gol: tre reti a partita. Napoli e Borussia non sono per caso in testa a serie A e Bundesliga e di sicuro non sono due squadre che disdegnano il calcio offensivo. Benitez e Klopp hanno a disposizione due tra i migliori attacchi in Europa, ma quale avrà la meglio? 

A suon di gol - Sarà innanzitutto una sfida tra bomber. Higuain è l'attaccante d'esperienza che il Napoli ha voluto per regalarsi una dimensione internazionale. I 133 gol in carriera (esclusi quelli in Nazionale) lo confermano. Con il "Pipita" gli azzurri possono contare su un giocatore navigato in Champions. Le sue 48 presenze aumentano il bagaglio di esperienza di una squadra che punta quantomeno a superare il girone. Dall'altra parte però Lewandowski si dimostra un attaccante implacabile. In 19 partite il polacco ha realizzato 11 gol, per una media di una rete ogni 1,7 incontri. Higuain è lontano da questi numeri: è fermo a nove gol in 48 presenze.

Bomber di scorta - I gol però non sono garantiti solo dalle punte. Callejon e Reus sono le armi segrete di Napoli e Borussia. Lo spagnolo ha una media da cannoniere: sette gol in nove presenze, una rete ogni 75 minuti. Anche il gioiello tedesco non è da meno. Con i suoi quattro gol in tredici apparizioni, Reus è la sciabola del terzetto di trequartisti alle spalle di Lewandowski. Ma occhio: il centrocampista dei gialloneri è anche un ottimo uomo assist. Ne ha regalati quattro, come i suoi gol.

Esordi - In questi attacchi delle meraviglie ci sarà spazio anche per due esordi. Se scenderanno in campo, Insigne e Aubameyang (vecchia conoscenza del Milan) ascolteranno le loro prime note della Champions. Benitez e Klopp si affidano ai loro dribbling e alla loro velocità per ottenere superiorità in attacco.

Rifinitori - Le luci del San Paolo si accenderanno anche sul capocannoniere della serie A. Hamsik non ha un grande score in Champions (solo due gol), ma la sua importanza tattica è cruciale per il Napoli. I tifosi azzurri da lui si aspettano la stessa vera realizzativa che ha dimostrato in campionato. A fargli da rivale ci sarà l'armeno Mkhitaryan, che non è un novellino della Champions con le sue 21 presenze. Entrambi però sono degli eccellenti uomini assist: Hamsik ne ha collezionati 58 in carriera, il trequartista dei gialloneri 36.