Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
08 aprile 2014

Psg, la riMounta è servita. Chelsea e Real in semifinale

print-icon
che

La gioia di Schurrle, autore del gol dell'1-0 del Chelsea sul Psg (Getty)

A Stamford Bridge Schurrle e Demba Ba ribaltano il risultato dell’andata: 2-0 ai francesi. A Dortmund Weidenfeller (rigore parato a Di Maria) e Reus (doppietta in 36') illudono il Borussia, che però non riesce a rimontare il 3-0 di Madrid

CHELSEA-PSG 2-0
32' Schurrle, 87' Demba Ba

Guarda la cronaca del match



Serata intensissima a Stamford Bridge, dove il Chelsea ha ribaltato con un 2-0 firmato Schurrle e Demba Ba il 3-1 incassato dal Psg nel quarto di finale di andata. L’idea iniziale di Mourinho di tentare l’assalto con Willian, Oscar e Hazard alle spalle di Eto’o viene vanificata da un infortunio al talento belga, costretto ad abbandonare dopo soltanto 17’ di gioco. Dunque fuori Hazard e dentro Schurrle. Il primo brivido lo regala Lampard, con un calcio di punizione deviato da Verratti, che da uomo in barriera si trasforma in minaccia per Sirigu: sarebbe autogol se il portiere sardo non ci mettesse una mano dando prova di riflessi felini. Pochi minuti dopo il neoentrato Schurrle regala la prima gioia a Mourinho: rimessa laterale dalla destra, David Luiz spizza di testa all’indietro e il tedesco trasforma un rigore in movimento. Sul risultato di 1-0 le due squadre vanno all’intervallo e quando il gioco riprende è ancora Schurrle a rendersi pericoloso. E’ il 51’ quando fa tremare la traversa e i tifosi parigini sugli spalti. Due minuti più tardi la stessa traversa viene colpita da Oscar, su punizione. Blanc opera i primi cambi: dentro Cabaye per Verratti e Pastore per Lavezzi. A dieci minuti dalla fine Mou risponde sostituendo Lampard con Demba Ba e rilevando Oscar per inserire Fernando Torres. Ma non è il Niño a realizzare i sogni dei Blues. Demba Ba, a tre minuti dal 90’, segna il 2-0 che vale la semifinale agli inglesi. Per lo Special One è la quinta semifinale di Champions nelle ultime cinque stagioni.


B. DORTMUND-REAL MADRID 2-0
24' e 36' Reus

Guarda la cronaca del match


Impresa sfumata a Dortmund, dove i gialloneri di Klopp vivono una notte di Champions indimenticabile, facendo perdere qualche anno di vita a Carlo Ancelotti e a tutti i tifosi del Real Madrid. Gli spagnoli, forti del 3-0 del Santiago Bernabeu, capiscono che non è una serata benedetta quando al 17’ Di Maria fallisce malamente un rigore facendosi stregare da Weidenfeller. Il capitano del Borussia tiene vive le speranze dei tedeschi e Reus le alimenta con una doppietta nel giro di 36’. Sul primo gol la responsabilità è tutta di Pepe, che manda praticamente in porta il talento tedesco. Il secondo invece è un tiro in porta sulla respinta del palo colpito da Lewandowski. Padroni di casa che sarebbero potuti andare anche sul 3-0 prima dell’intervallo se Casillas non si fosse opposto a Hummels chiudendogli lo specchio. L’occasione più grande per andare ai supplementari, però, il Borussia ce l’ha al 64’. Azione favolosa di Mkhitaryan che semina il panico tra la difesa madrilena, aggira Casillas e calcia: palo. Pochi minuti dopo è ancora bravo Casillas a dire di no all’ennesimo attacco dei padroni di casa. Niente da fare per i tedeschi, in semifinale ci va il Real Madrid di Ancelotti. Un traguardo raggiunto per il quarto anno di fila. Per conquistare la decima, però, bisognerà prima arrivare alla finale, mai raggiunta nelle ultime tre stagioni.