user
12 febbraio 2018

Juventus-Tottenham, Chiellini: "Vogliamo la finale. Kane merce rara"

print-icon
Giorgio Chiellini - Juventus

Giorgio Chiellini, difensore della Juventus (getty)

Il difensore bianconero alla vigilia del match col Tottenham: "Queste sono le partite importanti, non vediamo l'ora di ricominciare. Kane? È straordinario, ma sarà la squadra intera a fermarlo. Abbiamo il 50% di possibilità di passare, vogliamo arrivare a Kiev"

JUVE-TOTTENHAM, LE PROBABILI FORMAZIONI - LA CONFERENZA STAMPA DI ALLEGRI

LE PAROLE DI POCHETTINO

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

Il futuro della Juventus passa dal Tottenham. Quella contro gli inglesi sarà la prima, grande partita del 2018, che proietterà i bianconeri verso il periodo decisivo della stagione. Avversaria in salute, la squadra di Pochettino arriva da un periodo positivo, trascinata soprattutto dai gol di Harry Kane. Kane che sarà osservato speciale di Giorgio Chiellini, che così in conferenza stampa ha parlato dell’inglese: “È un attaccante straordinario - ha detto - le sue statistiche lo dimostrano. Sta continuando a migliorarsi, ora è davvero completo e non sa solo fare gol. È uno degli attaccanti più forti del mondo e il Tottenham è fortunato ad averlo. Come fermarlo? Pensare di farlo uno-contro-uno è impossibile, non ho questo obiettivo però. Voglio solo che la Juve fermi il Tottenham: se i singoli contano molto, conta soprattutto la squadra. Non è solo Kane, ma tutti gli altri con lui che sono fenomenali. Sarà una partita difficile, ma siamo agli ottavi di Champions ed è ora che comincia il bello". Sulla crescita di Bernardeschi, poi: "Sicuramente il percorso che ha fatto Federico deve essere preso da esempio. Ha avuto il coraggio di mettersi in discussione e di fare un salto con grande disponibilità di imparare. Ha sempre lavorato, senza storcere il naso nonostante abbia giocato poco all'inizio. Si sta mettendo a disposizione, vuole imparare da noi 'anziani' e ora comincia a raccogliere i frutti di sei mesi di lavoro. Adesso non deve fermarsi, può ancora migliorare e diventare importante anche per la nazionale”.

"Obiettivo non prendere gol. Spurs forti, ma noi puntiamo a Kiev"

Sulla sfida: "L'obiettivo primario è non prendere gol, ma non sarà semplice. Loro giocano bene, noi dovremo essere squadra per arginarli. Il salto di qualità? Il miglioramento della difesa è frutto del lavoro di tutto il gruppo, a cominciare dagli attaccanti". Chiellini diventerà il sesto bianconero più presente di sempre, superando Boniperti: "Ho la fortuna di essere in un club speciale che mi aiuta a rendere al meglio. Sto vivendo un periodo positivo, ma non penso ai traguardi ma alle partite. Questo è l'unico modo per continuare a stare su questi livelli, anche se sto invecchiando. A ogni età si può migliorare, basti guardare Buffon. Se è la mia miglior stagione? Non lo so, questo è un gioco di squadra ed è proprio la squadra ad aiutarmi". Tornando al Tottenham: "Queste sono le partite importanti, ci sarà da sudare e sacrificarsi per battere una squadra forte. Incontrare i migliori però aiuta sempre a migliorare, anche nelle difficoltà. Loro nelle difficoltà si esatano, conosciamo bene tutte le loro individualità e non è un caso che siano arrivati qui da primi nel girone. Stanno crescendo, ma vogliamo chiaramente vincere: è la prima tappa di un percorso che vogliamo arrivi a Kiev". Sull'assenza di Matuidi: "È importante per il gruppo, ma la forza della squadra sta nella capacità di sopperire a tutte le assenze. Con tutti gli infortuni siamo riusciti a tenere botta, senza far sì che il livello calasse". Juve che parte coi favori del pronostico: "Non penso sia così, abbiamo le loro stesse probabilità di passare. Giocare la prima in casa? Non è un vantaggio, cambia poco. C'è grande voglia di ricominciare questa avventura, adesso arriva il bello”, ha concluso il difensore bianconero.

Champions League 2017-2018: tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi