user
23 ottobre 2018

Psg Napoli, De Laurentiis: "Cavani un fuoriclasse. Da noi sarà sempre il benvenuto"

print-icon

Il presidente azzurro ha parlato direttamente da Parigi della sfida al Psg: “Noi i favoriti dopo la vittoria sul Liverpool? Le ambizioni devono sempre essere alle stelle. Sarà una partita a scacchi in cui dovremo avere coraggio”. Poi su Cavani: “E’ un fuoriclasse. Qualora decidesse di abbassarsi lo stipendio, da noi sarebbe sempre il benvenuto"

PSG-NAPOLI LIVE

ANCELOTTI: “INSIGNE NON AL 100%, DA VALUTARE”

PSG-NAPOLI, TUTTO QUELLO CHE C’è DA SAPERE
 

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

L’ultima chiacchierata a bordocampo non aveva portato benissimo. Il suo Napoli, quella volta lì, pareggiò contro la Stella Rossa, portando via solo un punto dal campo della squadra cuscinetto del proprio girone. Un mezzo passo falso rimediato, però, con il gol di Insigne al Liverpool. Adesso gli azzurri guardano tutti dall’alto, forti del primo posto nel gruppo. Davanti agli inglesi e al Psg. Già, con i francesi servirà un’altra impresa e De Laurentiis non ha voluto far mancare alla squadra il suo solito appoggio. Da Belgrado a Parigi, chilometri su chilometri per ascoltare ancora una volta la musichetta della Champions.

“Servirà coraggio”

Una sfida difficilissima, che si giocherà lontano da Napoli ma non dal suo Presidente: “Noi favoriti dopo la vittoria sul Liverpool? Vi volete portare sfiga da soli…” Scherza il numero uno azzurro, che però poi sottolinea: “Le ambizioni sono sempre alle stelle”. Come affermare il contrario quando in campionato sei secondo a soli quattro punti dalla Juve capolista mentre in Champions sei addirittura in vetta. Quando, infine, sulla tua panchina hai un allenatore come Carlo Ancelotti: “Con lui c’è distensione completa – sottolinea nuovamente De Laurentiis – l’importante per noi è andare avanti, divertirsi e verificare cosa succederà poi. Non credo che questa possa essere la gara decisiva. Si tratta di una partita a scacchi, dove sarà necessario meditare e pensare riguardo a quello che dovremo fare in campo”. Insomma, servirà un grande Napoli. Con il suo solito gioco, con grande coraggio: “Certo, sarà fondamentale averlo. La vittoria si prepara step by step”. Oltre a Cavani: “E’ un fuoriclasse, ho poco da aggiungere” dall’altra parte ci sarà anche Verratti: “In realtà quando l’ho visto giocare non mi ha mai impressionato. Con la nazionale, nell’ultima gara, invece mi è piaciuto.

"Cavani il benvenuto"

Il presidente azzurro si è poi soffermato con i media francesi, ai quali ha parlato di Cavani e di un suo possibile ritorno a Napoli in futuro: "Con noi ha imparato a fare l'attaccante, segnando sempre più di 30 gol a stagione. Ha rappresentato i nostri colori alla grande su ogni campo, siamo rimasti amici. Un suo ritorno? La porta per lui sarà sempre aperta, qualora decidesse di abbassarsi lo stipendio e di vivere insieme ai suoi figli, allora sarà il benvenuto. Per Ancelotti sarebbe l'attaccante perfetto. Il problema è che i giocatori hanno la squadra nel cuore e il portafoglio in mano. A volte non siamo stati d'accordo, però non sono mai stato arrabbiato con lui"
 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi