Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
11 dicembre 2018

Champions League, Spalletti sull'eliminazione dell'Inter: "Enorme amarezza". Icardi: "Avremmo meritato noi"

print-icon

L'allenatore commenta il pareggio con il PSV e l'eliminazione dalla Champions League: "Dispiace tanto, soprattutto per il nostro pubblico". Icardi: "Abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela con tutti". Borja Valero: "Il gol in avvio ci è costato la qualificazione"

CHAMPIONS, IL SORTEGGIO IN LIVE STREAMING

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

“Siamo dispiaciuti soprattutto per il nostro straordinario pubblico. Non siamo riusciti a mantenere la tranquillità dovuta dopo il loro gol, nonostante fosse ancora tutto possibile.  La gestione della partita ne ha risentito”. Il volto di Luciano Spalletti racconta tutta l'amarezza per l'eliminazione dell'Inter dalla Champions League 2018/2019. I nerazzurri non sono andati oltre l'1-1 contro il PSV Eindhoven, risultato che sommato al pareggio del Tottenham sul campo del Barcellona ha condotto gli Spurs agli ottavi di finale di Champions League e Icardi e soci in Europa League. "Abbiamo comunque fatto gli stessi punti del Tottenham, ma in determinati momenti della partita dovevamo essere più calmi" è l'ammissione dell'allenatore.

Champions League, Spalletti dopo l'eliminazione dell'Inter: "C'è grande amarezza, ci siamo fatti prendere dalla frenesia"

“Questo risultato ha un peso psicologico importante, noi l'abbiamo mantenuta in equilibrio fino alla fine ma abbiamo giocato una partita frenetica, ci siamo innervositi e abbiamo perso qualche pallone di troppo” è la tesi di Spalletti ai microfoni di Sky Sport. Un atteggiamento condizionato anche dal risultato di Barcellona: “La Uefa in settimana mi aveva chiesto se volessi non dare notizia dell'andamento della partita del Camp Nou – racconta l'allenatore - ma come si fa a nasconderlo ai calciatori? Lì occorre avere la forza mentale per reagire correttamente agli eventi. Noi di certo in alcuni momenti della partita potevamo far meglio, poi ci siamo lasciati trascinare dalle tensioni che certi risultati possono comportare”. A segno ci è andato ancora una volta Icardi (autore di 4 dei 6 centri dell'Inter nella competizione) ma alle sue spalle la squadra non ha creato pericoli sufficienti per battere il Psv. un dato che mette in evidenza l'assenza di una pedina preziosa come Radja Nainggolan: “Secondo me non è mai un calciatore che risolve sempre i problemi di una squadra, il ragionamento è differente - la difesa di Spalletti - Icardi stasera ha giocato bene, siamo andati a creare dei problemi dopo il suo palleggio efficace. Si tratta di un insieme che si muove in base a come va la palla, occorre far tutto tutti insieme”. In dote resta una sensazione, derivante dal fatto di non aver portato l'Inter agli ottavi di finale di Champions League, competizione nella quale il club nerazzurro era tornato dopo oltre sei anni: “C’è un’amarezza enorme – conclude Spalletti - che succede però anche a tutti quelli che escono”.

Icardi: "Delusione enorme, avremmo meritato noi di passare il turno"

La sua rete contro il PSV ha prima consegnato la temporanea qualificazione all'Inter, ma dopo il pareggio del Tottenham al Camp Nou è risultata insufficiente per tagliare il traguardo. La delusione nelle parole di Mauro Icardi, autore del centro dell'1-1, è palpabile: "Dovevamo vincere, abbiamo preso un gol nel primo tempo e poi siamo arrivati tante volte nell'area avversaria e non siamo riusciti a fare due gol" spiega il capitano dell'Inter a Sky Sport. Con una convinzione: "Avremmo meritato noi il passaggio del turno, perché abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela con tutti. Peccato per il risultato". 

Politano: "Partita con tante pressioni, brutta giornata per tutti"

La pressione del risultato è stato un fattore in grado di incidere sul risultato finale. Questa la tesi di Matteo Politano: "Giocare una partita da dentro e fuori dopo tanti anni senza Champions League comporta delle pressioni - spiega l'esterno offensivo arrivato in estate dal Sassuolo - parecchi giocatori, me per primo, non avevano mai giocato la Champions. Oggi è una brutta giornata per tutti, siamo delusi come i tifosi. Ormai è andata così e da domani penseremo al campionato e poi all'Europa League". Contro la Juventus la sua uscita dal campo per una sostituzione decisa da Spalletti era stata seguita dalla rete del bianconero Mandzukic, a San Siro è coincisa con il pareggio del Tottenham in casa del Barcellona. E la sensazione è che i tifosi dell'Inter lo vogliano sempre in campo: "Non è così, abbiamo calciatori forti e anche oggi chi è entrato ha fatto benissimo - la replica di Politano - Peccato per Lautaro che non è riuscito a fare gol con quel colpo di testa nel finale".

Borja Valero: "Dover vincere per forza a volte gioca contro di te"

Anche Borja Valero, come il suo allenatore, punta il dito sulla scarsa capacità di gestire i momenti del match: "Avevamo iniziato la partita molto bene con occasioni di gol, purtroppo abbiamo preso quel gol, poi ci siamo fatti prendere dalla frenesia. Però pian piano ci siamo rimessi in partita e siamo stati lì fino all’ultimo - le parole del centrocampista dell'Inter a Sky Sport- sapevamo che dovevamo vincere per forza e a volte questo gioca contro di te. Sapevamo anche che dovevamo fare il secondo gol perché in ogni momento il Tottenham avrebbe potuto pareggiare e saremmo andati fuori, come poi è stato". Anche per una prestazione non sempre lucida, secondo il 34enne spagnolo: "Sul piano fisico non possiamo andare contro questo tipo di squadre - il suo commento - dovevamo fare in altro modo, come abbiamo fatto all’inizio con delle belle giocate e in mezzo arrivando sul fondo con dei cross. Non abbiamo avuto la fortuna di fare gol, magari se avessimo segnato noi per primi la partita sarebbe andata diversamente. Quel gol alla fine ci è costato la qualificazione".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi