Klopp: "Rigore molto dubbio, partita equilibrata. Questo Napoli può vincere la Champions"

Champions League

L'episodio che ha portato al vantaggio del Napoli commentato dall'allenatore del Liverpool: "Callejon sembra saltare prima del contatto, ma non possiamo cambiare le cose". Messaggio al Napoli: "Possono vincere la Champions. Non serve essere i migliori, ma i più forti nelle partite giuste"

NAPOLI-LIVERPOOL 2-0, GOL E HIGHLIGHTS

ANCELOTTI A KLOPP: "QUANDO PERDE A NAPOLI, POI VINCE LA CHAMPIONS"

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

"Rigore? Non credo ci sia fallo, ma non possiamo cambiare le cose. Callejon sembra saltare prima del contatto. Noi però dobbiamo guardare oltre, pensare alla prestazione". Jurgen Klopp così l'episodio che ha portato al vantaggio del Napoli nella vittoria per 2-0 della formazione allenata da Carlo Ancelotti sul Liverpool. Dopo la sconfitta del San Paolo nella prima giornata della fase a gironi di Champions League, l'allenatore tedesco si è soffermato sugli episodi chiave di un partita "equilibrata, con il 50 per cento di possesso palla a testa. Loro sono stati bravi a chiuderci, poi hanno conquistato palla alti e sono stati bravi in contropiede".

"Parlare solo del rigore? Passerei per un perdente"

Il punteggio si è sbloccato all'81', dopo un contatto tra Callejon e Robertson nell'area del Liverpool: calcio di rigore trasformato con freddezza da Mertens. "Se mi soffermassi sul rigore, farei la figura di un perdente e non lo sono – è il commento di Klopp - il VAR prevede un intervento in questo caso solo quando c'è un errore chiaro, e questo non lo era. Sono sempre esseri umani a prendere queste decisioni e dobbiamo essere noi ad adeguarci al regolamento".

"Questo Napoli può vincere la Champions"

Per Klopp, equilibrio è stata la parola chiave della sfida del San Paolo: "Abbiamo dominato a tratti, il Napoli ha fatto fatica a difendere. Non siamo stati fortunati, nel primo tempo c'è stato tanto ritmo. Nella ripresa c'è stata un più frenesia, poi il gol dell'1-0 ha cambiato la partita. Non credo che una squadra abbia meritato incredibilmente rispetto all'altra – le sue parole - noi abbiamo fatto il nostro solito calcio, ma non abbiamo realizzato occasioni come al nostro solito. Bisogna avere degli episodi positivi, che a noi stasera sono mancati. Loro sono stati bravi a chiuderci, poi hanno conquistato palla alti e sono stati bravi in contropiede". Il messaggio finale è proprio per la squadra di Carlo Ancelotti: "Questo Napoli può vincere la Champions League. Ha un piano di gioco e giocatori importanti. Non bisogna essere i migliori per vincere questa competizione, ma la più forte in certi momenti".

I più letti