In Evidenza
Tutte le sezioni
Altro

Haaland è stato concepito in uno spogliatoio: la rivelazione

Champions League

Un'altra serata da urlo per il 19enne del Borussia, attaccante da record in Champions dopo la doppietta al PSG. Il calcio nel destino di Haaland, lo ha raccontato Paolo Condò negli studi Champions: "E vi stupite? È stato concepito in uno spogliatoio". Un aneddoto formato Jan Age Fjørtoft, ex calciatore e oggi talent per la tv norvegese, ma soprattutto grande amico del papà di Haaland

Per lui parlano i numeri, cifre spaventose per un 19enne che si è già preso il calcio europeo. Non può che essere Erling Haaland il protagonista assoluto della serata di Champions, competizione dove tra Salisburgo e Borussia Dortmund si è ritagliato 10 gol in 7 gare disputate. Nessuno ci era mai riuscito in precedenza, figuratevi il valore della doppia cifra per un debuttante che viaggia a 39 reti segnate in 29 incontri totali. Un impatto in linea in Europa con quello di Kylian Mbappé, altro baby fenomeno battuto nello scontro ravvicinato negli ottavi di finale: primo atto deciso proprio dal centravanti norvegese, un predestinato che vanta più gol che partite nella sua pazzesca stagione. E l’ultima curiosità, raccontata negli studi Champions da Paolo Condò.

Quello spogliatoio a Leeds

Il pallone nel destino di Erling. "Che vi aspettavate da uno che è stato concepito in uno spogliatoio?": la battuta se l'è lasciata scappare in diretta Jan Åge Fjørtoft, ex calciatore e oggi talent per la televisione norvegese. Grande amico di famiglia e vicinissimo al classe 2000 nei suoi primi passi, Fjørtoft ha giocato in Inghilterra come Haaland sr e ha condiviso con lui l’avventura in Nazionale (entrambi affrontarono l’Italia a USA ’94). Un rapporto stretto dove non sono mai mancate le confidenze, compresa quella sul concepimento di Erling: frutto di un momento di tenerezza dei genitori nello spogliatoio del Leeds. "Per forza è fortissimo!", scherza Condò. 

Erling Haaland non si ferma più - ©Getty