19 gennaio 2017

Roma, tutto facile: poker alla Samp, è ai quarti

print-icon

I giallorossi si sbarazzano della Sampdoria con una prestazione convincente e approdano ai quarti da favoriti nella sfida contro il Cesena. Buone notizie anche per l'esordio di Mario Rui dopo il lungo infortunio della scorsa estate

ROMA-SAMPDORIA 4-0
40' e 90' Nainggolan, 48' Dzeko, 61' El Sharaawy

Schierare i titolari è la soluzione più semplice per risolvere una partita: lo sta dimostrando questo turno di Coppa Italia, che ha visto l'Inter passare il turno grazie al gol di Candreva e la Lazio con Immobile e Milinkovic-Savic. La Roma non fa eccezione, e batte la Sampdoria in scioltezza con quasi tutti i titolari. L'assenza di Salah per la Coppa d'Africa non si sente: ci pensano Nainggolan con una doppietta, Dzeko ed El Sharaawy a risolvere la pratica. Quella dei giallorossi è una prestazione davvero convincente, tanto per l'efficacia della manovra quanto per la solidità difensiva. Spalletti può guardare con serenità ai quarti che vedranno la Roma sfidare il Cesena, unica formazione di B rimasta, per puntare a un torneo che comincia a essere seriamente considerato anche dalle big di A. 

Le scelte di formazione - Nella Roma poco spazio al turnover : Spalletti lancia per la prima volta da titolare Mario Rui dopo il lungo infortunio. In porta c’è Alisson al posto di Sczcesny. In avanti c’è Dzeko supportato da Nainggolan ed El Sharaawy. La Samp prova a fare male ai giallorossi con la coppia d’attacco Muriel-Schick.

Magia Nainggolan - Pronti, via e sono subito brividi per la Roma. Lancio lungo di Puggioni, la palla arriva a Muriel che si fa largo nella difesa giallorossa e colpisce il palo dopo 3 minuti di gioco. I blucerchiati si propongono con il loro gioco: tanta verticalità, poco possesso per arrivare subito nelle zone pericolose del campo. Solo i legni mantengono le reti inviolate: al 25’ gran tiro al volo di Paredes dopo una respinta della difesa blucerchiata, la botta si stampa sulla traversa. Con il passare dei minuti cresce la Roma, sempre più pericolosa. Le ripartenze della Samp si fanno sempre più sporadiche. E nasce una partita nella partita tra Paredes e Puggioni: al 35’ il portiere della Samp dice ancora no all’argentino su un potente tiro da fuori. E al 40’ arriva il vantaggio della Roma con un gran tiro di Nainggolan al volo su una respinta sbagliata di Silvestre. Poco dopo il belga serve con il tacco El Shaarawy: il tiro dell'azzuro va di poco sopra la traversa.

Raddoppio Dzeko, capolavoro El Sharaawy - La Roma comincia la ripresa come aveva finito il primo tempo: ancora recupero palla sulla trequarti, El Sharaawy serve con un filtrante Dzeko che davanti a Puggioni non sbaglia. La Sampdoria sembra proprio sparita dal campo dopo lo svantaggio. I blucerchiati rischiano un'imbarcata pesante: il bosniaco domina in lungo e in largo e colpisce un palo, prima di servire deliziosamente El Sharaawy che firma il 3-0 con un pallonetto elegantissimo. E' l'ultimo acuto di una partita che con il triplo vantaggio giallorosso ha ormai poco da dire se non l'ingresso in campo di Francesco Totti.

Poker del Ninja - Fino al 90', quando la Roma si regala anche il poker con la doppietta di Nainggolan, efficacissimo ancora una volta a inserirsi nel cuore della difesa avversaria e a siglare il 4-0 di testa. Tutto facile per la Roma, ora seriamente candidata ad andare molto avanti nel torneo visto che affronterà da grande favorita il Cesena, unica squadra di serie B rimasta in Coppa Italia.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky