Caricamento in corso...
30 gennaio 2017

Inter, Pioli: "Non abbiamo ancora fatto nulla"

print-icon
pioli_inter_getty

Stefano Pioli, allenatore dell'Inter (Getty)

L’allenatore nerazzurro ha parlato alla vigilia della gara contro la Lazio di Coppa Italia, soffermandosi sul momento dei suoi calciatori: "Dobbiamo rimanere concentrati su quello che possiamo controllare, giusto vivere con serenità e concentrazione questo momento"

Tra il Pescara e la Juventus, per l’Inter c’è la Lazio. Settimana impegnativa per la squadra di Stefano Pioli che dopo aver trovato la settima vittoria consecutiva in campionato insegue la semifinale di Coppa Italia. Di fronte c’è la formazione di Simone Inzaghi, che torna a San Siro un mese dopo la sconfitta in Serie A. Una gara secca in cui l’Inter vuole dimostrare ancora di poter fare bene, in attesa della sfida contro i bianconeri. Così, ai microfoni di Inter Channel alla vigilia, Pioli ha presentato il match contro i biancocelesti.

Verso la Lazio -
"Quella di domani è una partita che nasconde le classiche insidie di una gara da dentro fuori - ha detto il tecnico - l'obiettivo conta per entrambe. La Lazio sta facendo un ottimo campionato e noi dovremo mettere in campo il nostro potenziale. Ci siamo affrontate già nell’ultima gara del 2016 ma siamo cambiati entrambe. Noi siamo cresciuti e le vittorie hanno dato entusiasmo all’ambiente, dobbiamo insistere su questa strada. Tutto dipende dai nostri risultati, vincere domani significherebbe andare in semifinale. Sappiamo che di fronte abbiamo un avversario che ha qualità e in campionato abbiamo sofferto nel primo tempo. Servirà un'Inter precisa tecnicamente e tatticamente".

Sulle ambizione del gruppo - "Siamo due squadre che hanno la stessa ambizione, la Coppa Italia è un trofeo che tutte le formazioni forti vogliono vincere e noi siamo tra quelle. Passando a parlare della Serie A continuando a vincere qualcuna dovrà cedere il passo e noi dobbiamo rimanere concentrati su quello che possiamo controllare. Non abbiamo ancora fatto niente ed è giusto vivere con serenità ma anche con concentrazione questo momento per far in modo da poter conquistare qualcosa entro il 28 maggio. Siamo felici della vicinanza dei tifosi, abbiamo bisogno di loro che ci rendono più forti; più siamo meglio è".

Sulle scelte e le motivazioni -
Infine, sull’assetto tattico e sugli uomini da mandare in campo: "Credo si possa sempre migliorare, ci sono situazioni che cambiano velocemente e un allenatore deve essere attento a capire quali sono i giocatori più adatti alla singola partita. Ho tutti a disposizione e i ragazzi stanno bene fisicamente e mentalmente. Le scelte sono più difficili per me ma anche facili perché so che chi viene messo in campo si farà trovare pronto. La Lazio va temuta indipendentemente dai calciatori in campo, ha perso una partita come capita una volta all’anno e sarà motivata come noi. Ha valori e la rispettiamo ma dobbiamo essere concentrati sulla nostra prestazione. Sappiamo che la Coppa Italia è un obiettivo importante e daremo tutto per cercare di vincere", ha concluso l’allenatore.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky