01 febbraio 2017

Roma, Spalletti: "Il rigore c'era, Perotti out"

print-icon
Luciano Spalletti - Roma

Luciano Spalletti, allenatore della Roma, abbraccia Francesco Totti

Così l'allenatore giallorosso dopo la vittoria col Cesena: "Ci hanno messo in difficoltà, ma è andata bene. Rigore? Domenica non ce l'hanno dato". Sull'esterno: "Per la prossima partita non ci sarà". Infine Totti, definito come il Muhammad Ali​ del calcio: "Futuro? Mi diverto per 2-3 mesi, poi vediamo

Partita di sofferenza sì, fino al 95esimo. Poi un rigore di Totti e passa la paura, Roma in semifinale di Tim Cup contro la Lazio di Inzaghi. Doppio derby della capitale. Così Luciano Spalletti nel post partita: "Sarà derby perchè la Lazio si è qualificata prima di noi facendo una grande partita a Milano, per cui è giusto che abbia passato il turno". Sul rigore: "Cerco di essere più vero possibile. Secondo me è rigore però se me lo danno contro magari mi arrabbio. Quando si va a fare la conta alla Roma i rigori sono stati dati, ma domenica no. Quindi bisogna stare attenti. L'anno scorso ho fatto metà campionato senza avere un rigore. Il primo ci è stato dato contro il Torino. Ci sono delle situazioni che vanno così". Partita difficile col Cesena di Camplone, squadra ostica: "Quando si giocano gare contro avversari così le partite vanno sempre in questo modo. In allenamento il refrain era 'Guardate che hanno fatto fuori due squadre di Serie A'. Il primo tempo, un po' per la loro predisposizione, ci hanno messo in difficoltà. Nel secondo tempo, invece, abbiamo sbagliato qualcosa in avanti".

"Totti cerca sempre il colpo del KO" - "Quando lui gioca le partite è così, sia in allenamento, sia quando gioca con suo figlio o sia quando si gioca la qualificazione lui cerca sempre il colpo del ko, quella giocata che tutti non vedono. Quando gioca lui il pallone gli va dato. Più palloni gli passano dai piedi, più noi riceviamo gli interessi. Totti-dipendente? Lui quando gioca è veramente il Muhammad Ali​ del calcio. Tenta sempre il colpo del KO. A volte gli altri non vedono le sue giocate. Se gioca, conviene dargliela". Su Perotti, uscito per infortunio al 20' del primo tempo: "Diego ha sentito il muscolo tirare. Andranno fatti gli accertamenti ma per la prossima partita non ci sarà". Gran Salah in Coppa d'Africa: "Secondo me torna stanco. Poi è un ragazzo buono, sensibile che vuole bene ai compagni e alla maglia che indossa. Son convinto che la reazione sarà quella giusta".  Chiusura sulle barriere all'Olimpico: "Sono fiducioso perchè ho questo senso di libertà e le barriere non sono portatrici di questo dono".

Totti: "Il rigore c'era, è evidente" - Ci pensa sempre il Capitano. Un guizzo, un lampo, in questo caso un calcio di rigore al 95esimo. Sempre il 10, sempre Francesco Totti. Così nel dopo-partita: "Il rigore penso sia evidente, nettissimo, Strootman è stato atterrato da Agliardi. Oggi contava solamente vincere - ripete Totti - siamo andati in difficoltà perché il Cesena non è da Serie B, alla fine è andata così. Derby in semifinale? Cercheremo di fare la nostra figura. Futuro? Non è il momento di parlarne, mi godo questi mesi insieme, poi decideremo insieme”.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky