Caricamento in corso...
01 marzo 2017

Tim Cup, primo derby alla Lazio: Roma battuta 2-0

print-icon

La squadra di Simone Inzaghi si assicura la semifinale di andata con un gol per tempo: Milinkovic-Savic e Ciro Immobile gelano i giallorossi. Ammonito Parolo: diffidato, salterà la gara di ritorno

LAZIO-ROMA 2-0
29' Milinkovic-Savic, 78' Immobile

Il 19° derby di Roma in Coppa Italia sorride alla Lazio: un gol di Milinkovic-Savic alla mezzora di gioco e il raddoppio di Ciro Immobile a dieci minuti dal 90° smentiscono Nainggolan, che nella famosa "intervista rubata" aveva dichiarato con grande sicurezza che i giallorossi avrebbero vinto sia all'andata che al ritorno. E invece no, nonostante Spalletti abbia schierato l'XI di gala (confermato Salah dal 1', con Perotti ancora in panchina) la formazione di Simone Inzaghi si dimostra all'altezza della squadra che domenica sera ha steso l'Inter a San Siro.

La Lazio, senza gli squalificati Radu, Lulic e Patric, si schiera con un 3-5-2 che vede la conferma di Strakosha tra i pali (Marchetti ancora infortunato), protetto dal trio Bastos-De Vrij-Wallace; centrocampo di qualità e quantità con Biglia, Parolo e Milinkovic-Savic, con Basta e Jordan Lukaku esterni; tandem d'attacco formato da Felipe Anderson e Ciro Immobile.

La prima occasione del match capita a Dzeko e pochi minuti dopo segue un'offensiva di Salah, ma Strakosha è bravo a coprire lo specchio all'egiziano. Dopo questi due squilli però la Lazio prende fiducia e alla mezz'ora da una bella azione sulla sinistra di Felipe Anderson nasce il gol del vantaggio biancoceleste, segnato da Milinkovic-Savic in scivolata. Nel finale del primo tempo viene ammonito Parolo per un fallo su Nainggolan: era diffidato, salterà la semifinale di ritorno. Lo stesso Parolo, però, in avvio di ripresa sfiora il raddoppio con un bolide dalla distanza. La Roma non riesce a colpire, De Vrij comanda una difesa attenta ed efficace nel neutralizzare le iniziative dei giallorossi.

Simone Inzaghi azzecca anche il primo cambio: al 67' sostituisce Felipe Anderson con Keita Balde, e il neo-entrato ripete quanto di buono aveva fatto il brasiliano nel primo tempo. Nello specifico confeziona un perfetto assist, bruciando Manolas e permettendo a Immobile di raddoppiare. Ciro, che aveva segnato tre gol nelle ultime cinque partite di Coppa Italia, migliora ulteriormente il suo score. 
In casa Lazio prende piede l'ottimismo in vista della gara che decreterà la finalista, in quanto il successo è arrivato mantenendo la porta inviolata. Nel match di ritorno, quindi, un'eventuale rete dei biancazzurri costringerebbe la Roma a segnare 4 gol per superare il turno. 

C'è solo una nota negativa da riportare nella bella serata della Lazio. I ripetuti ululati razzisti, accompagnati da sonori fischi, da parte della Curva Nord che hanno accompagnato le giocate di Ruediger. Il difensore tedesco era stato al centro di un acceso botta e risposta con Lulic, poi squalificato per una giornata in campionato. Dopo il ripetersi dei cori e dei 'buuu' all'indirizzo di Ruediger, è arrivato l'annuncio dello speaker dello stadio Olimpico nel sottolineare il rischio di interruzione dell'incontro.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky