16 settembre 2015

Paulo Sousa ha le idee chiare: "Fiorentina in Europa League per vincere"

print-icon

All'esordio in Europa League con il "suo" Basilea (diretta esclusiva su Sky), l'allenatore viola non ha dubbi: "Vogliamo vincere sempre, tutte le gare. Giocando da squadra unita, saremo difficili da battere". Sul suo ex team: "Mi conoscono troppo bene" 

All’esordio dell’Europa League, la sua Fiorentina incontrerà il Basilea, squadra che ha allenato lo scorso anno. Per la nuova avventura viola, però, Paulo Sousa ha le idee chiare: "L'obiettivo della Fiorentina è sempre vincere tutte le partite. Poi sappiamo che spesso abbiamo davanti avversari di qualità e dobbiamo farci trovare pronti", ha detto l’allenatore portoghese.

"Mi conoscono bene" - "Provo molta felicità ad affrontare il Basilea dopo un anno straordinariamente positivo, sia a livello professionale che personale. Anche se ci troviamo a competere fra noi, quello che abbiamo passato insieme è qualcosa di indimenticabile", aggiunge Paulo Sousa, secondo il quale il Basilea "ha il piccolo vantaggio di conoscermi molto bene".

Esperienza internazionale- "Il loro punto di forza? E' l'esperienza che hanno a questo livello  -risponde - oltre alla possibilità di poter giocare una finale in casa. La società punta tantissimo ad arrivarci e questa deve essere anche la nostra motivazione. Dobbiamo partire da qui e poi sfruttare la nostra qualità nella fase offensiva. Dobbiamo essere una squadra sola, unita nel collettivo, perché è questo che ci sta rendendo difficili da battere". 

 

Probabile formazione - Paulo Sousa non dà poi nessuna certezza sulla possibilità di vedere Giuseppe Rossi dall'inizio ("Tutti hanno la possibilità di giocare domani") e chiede pazienza per Mario Suarez, non ancora inserito perfettamente negli schemi della squadra: "E' stato sempre pronto, come tutti. Ha bisogno di tempo, ma è un giocatore intelligente e ha la possibilità di migliorarsi e aiutarci". Poi, sull'ultimo arrivato Blaszczykowski: "Si allena tutti i giorni e ha già messo minuti nelle gambe. Vogliamo sempre di più introdurlo nella partita mantenendo la continuità in allenamento e l'equilibrio muscolare per diminuire le possibilità di infortuni”.

 

Borja Valero - Dell'esordio in Europa League contro il Basilea parla anche Borja Valero, partendo proprio dalla delusione per la finale sfumata contro  il Siviglia nella scorsa stagione: "La rabbia c'è perché era una bella occasione, la voglia anche di più. Il gruppo è pronto per questa nuova sfida. Anche se forse non abbiamo dei nomi, abbiamo una squadra con due belle 'ragioni' per lottare fino in fondo in tutte le competizioni", dice il centrocampista, che sogna di alzare il primo importante trofeo della sua carriera. "L'unica cosa che mi manca come giocatore è vincere qualcosa. Spero che un giorno potrò raccontarlo ai miei figli e nipoti".

 

EUROPA LEAGUE - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky