04 novembre 2015

Lazio, Pioli: "Pensiamo a passare il turno, poi al derby"

print-icon

Alla vigilia della sfida in Norvegia contro il Rosenborg, l'allenatore biancoceleste non ha dubbi: la sua squadra deve prima di tutto ritrovare i risultati (una vittoria potrebbe significare il passaggio del turno). Poi si potrà pensare alla Roma. A riposo, però, molti big

La Lazio è volata in Norvegia per l’impegno con il Rosenborg, ma domenica c’è il derby. Per questo motivo Stefano Pioli ha lasciato metà squadra a Formello. Anche se una vittoria potrebbe consegnare ai biancocelesti un bel pezzo di qualificazione al prossimo turno di Europa League. A casa quasi tutti i big: Marchetti, Biglia, Felipe Anderson, Milinkovic Savic e Klose, e lo squalificato Mauricio. "Domani ci giochiamo una buona possibilità per il passaggio del turno e poi sappiamo tutti l'importanza del derby di domenica", ha spiegato Stefano Pioli nella consueta conferenza stampa della vigilia.

 

L’importanza del derby - "Il derby è molto importante per l'importanza in sé e per il momento che stiamo vivendo - ha aggiunto -. Stiamo settimi in classifica ma solo a sei punti dalla prima, la partita per forza è molto importante. Continuo ad avere grande fiducia nella mia squadra. Dopo la gara penseremo alla prossima partita. Le pressioni ci sono e dobbiamo reggerle se vogliamo diventare una grande squadra".

 

Superare il momento difficile - "Domenica ci siamo inceppati, le prestazioni della squadra non avevano niente a che fare con le precedenti. Ora dobbiamo crescere dai nostri errori, dimostrare che non siamo quelli di domenica scorsa e di poter camminare con continuità. Non aver trovato continuità di risultati ha sicuramente frenato la nostra crescita ma sarebbe un grave errore pensare che qualche giocatore crede di aver già raggiunto il massimo".

 

Spazio a chi ha giocato meno – Per forza di cose, Pioli darà spazio a chi finora è stato impiegato di meno; probabilmente anche a Morrison. "Sta entrando nei meccanismi della squadra. Può essere la sua occasione", dice Pioli. In avanti, invece, spazio a Djordjevic. "La fiducia c'è ancora - assicura il serbo -, abbiamo esperienza e non possiamo demoralizzarci dopo due sconfitte. In Europa stiamo facendo bene, speriamo di continuare così". L'ex Nantes cerca di dare anche una spiegazione del momento. "Lo scorso anno era più facile preparare una partita alla settimana - ricorda -. Forse non siamo ancora pronti per giocare tre competizioni al massimo, ma il mister sta lavorando in questo senso per farci dare tutto". Con il rammarico di non poter più contare fino a fine stagione su de Vrj, operato questa mattina presso la clinica AZ Monica di Anversa, al ginocchio sinistro che gli dava noie da tempo. "L'intervento di microfratture del condilo femorale laterale e meniscectomia selettiva laterale in artroscopia del ginocchio sinistro" terrà fuori il difensore olandese "per circa sei mesi". "Auguri di pronta guarigione Stefan - il tweet del club -. Ti aspettiamo in campo più forte di prima!".

 

EUROPA LEAGUE - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky