10 dicembre 2015

Fiorentina, vittoria e qualificazione. Pari Lazio a Saint Etienne

print-icon
bab

Babacar match winner della Fiorentina contro il Belenenses (Getty)

Al Franchi una rete di Babacar contro il Belenenses manda i viola ai sedicesimi di Europa League. In Francia i biancocelesti, già qualificati, vanno in vantaggio con Matri ma si fanno raggiungere sull'1-1 da Eysseric

FIORENTINA-BELENENSES 1-0
67' Babacar

Guarda la cronaca del match


Alla fine un po' di paura la Fiorentina l'ha avuta. Dopo tanti tentativi falliti e un'occasione ghiotta sfumata per il Belenenses. Il vantaggio portoghese si sarebbe tramutato in un piccolo dramma sportivo ma poi Babacar ha chiuso il discorso qualificazione legittimando la superiorità viola con il gol che ha deciso anche il match. Fiorentina leggermente sottotono nella prima frazione complice il doppio risultato a favore e un atteggiamento tattico degli avversari piuttosto rinunciatario. I viola hanno provato soprattutto con Pepito Rossi apparso discretamente brillante in fase offensiva ma, tutto sommato, a parte una traversa colpita di testa da Babacar non hanno trasformato la superiorità territoriale in chiare occasioni da gol. Nel secondo tempo trama differente con la squadra di Paulo Sousa decisamente più arrembante e pericolosa dalle parti dei portoghesi. E questa volta i diversi tentativi dei viola sono stati premiati dal destro a tu per tu con Hugo Ventura di Babacar che ha tranquillizzato i tifosi viola e reso decisamente più calmo un finale di match che poteva diventare arroventato.

La Fiorentina torna a vincere un match di Europa League in casa dopo tre sconfitte (Siviglia nella semifinale della scorsa stagione e poi Basilea e Lech Poznan quest'anno) e festeggia la qualificazione ai sedicesimi. Un traguardo importante per una squadra che prosegue nella sua crescita anche in Europa. L'obiettivo è regalare ai Della Valle il primo trofeo della loro gestione. Per il momento la viola prosegue il cammino ma la strada verso la finale resta ancora piena di insidie.



SAINT ETIENNE-LAZIO 1-1
52' Matri (L), 77' Eysseric (S)

Guarda la cronaca del match


La qualificazione è già stata ottenuta nel 3-1 contro il Dnipri del 26 novembre, ma la trasferta contro il Saint Etienne della Lazio è fondamentale per uscire dalla crisi e salvare la panchina di Pioli: in campionato dopo 16 giornate è ferma ad appena 19 punti, l’ultima vittoria è il 3-0 contro il Torino del 25 ottobre. Dopo 20’ di di studio da parte di entrambe le squadre, la serata si accende. Il Saint Etienne si fa avanti al 25’, quando Corgnet tenta l’affondo dopo aver saltato Basta, ma viene fermato da Berisha. La Lazio risponde con Felipe Anderson, pericoloso due volte dal limite nell’arco di 3’. Nel finale del primo tempo brivido per la Lazio, ad evitare il gol di Corgnet è Hoedt che respinge di testa a pochi metri dalla linea di porta. Il ritmo cambia nel secondo tempo: dopo 7’ la zampata di Matri concretizza l’azione avviata da Konko. Djordjevic e Felipe Anderson falliscono l’occasione del raddoppio, il Saint Etienne non resta a guardare e ne approfitta: il capocannoniere della squadra francese, Eysseric, firma l’1-1 da fuori area al 77’. La Lazio non regge più fisicamente, il Saint Etienne ha maggior forza e lucidità, comanda il gioco e sfiora il 2-1 all’85’ con Maupay, che da distanza ravvicinata conclude a lato a Berisha battuto. Finale vivo, ma il risultato non cambia: finisce 1-1, risultato che non cambia il destino europeo già scritto di entrambe le squadre, la Lazio chiude da imbattuta nel girone.

EUROPA LEAGUE - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky