08 dicembre 2016

Spalletti: "Sorteggio? Possiamo battere tutti"

print-icon

Si chiude con un pareggio senza reti il girone di Europa League per la Roma, che era già qualificata ai sedicesimi con un turno di anticipo. Giallorossi che attendono ora di conoscere il prossimo avversario. "Non temo solo Manchester United e Villarreal", dice Spalletti

 

La Roma conquista un altro punto nell’ultima partita del girone E di Europa League, la sfida della National Arena contro l’Astra Giurgiu termina 0-0. La squadra giallorossa - già qualificata come prima nel gruppo - si porta così a 12 punti e può ora tornare a concentrarsi sulla Serie A, dove è attesa dall’importante sfida contro il Milan. "Dalla squadra mi aspettavo determinate risposte e le ho avute - ha detto Spalletti -. E' stata una partita difficile su un campo complicato e non sempre è stato possibile trovare sbocchi e fare giocate in velocità. Anche le condizioni del campo hanno condizionato il gioco. Però ci abbiamo provato anche se spesso abbiamo calciato male".

Risposte importanti - "Per quanto riguarda la fase difensiva penso che abbiamo fatto bene, abbiamo lasciato campo agli avversati ma ci siamo sempre comportati bene nell'uno contro uno. La nostra rosa era fatta per avere più uomini a disposizione ma alla fine siamo stati sempre costretti a fare scelte diverse da quelle previste a causa degli infortuni. Gerson? Penso che abbia fatto una buona gara, ha comandato spesso il gioco e mi ha dato risposte importanti".

Difesa a 3 - "Abbiamo iniziato a quattro, poi abbiamo provato ad inserire un esterno alto in più per mettere l’Astra in difficoltà e mantenere intensità davanti, provando poi a difendere anche più alti".

Sorteggio e Serie A - "Il sorteggio? Ci sono parecchie squadre pericolose, non solo Manchester United e Villarreal - ha aggiunto Spalletti - come abbiamo visto le insidie nel calcio ci sono sempre. Se ti volti le trovi dietro ogni angolo e bisogna sempre essere pronti a far vedere le qualità che na squadra del livello della Roma deve mostrare. Ma se giochiamo il nostro calcio e ci faremo trovare pronti potremo vincere contro chiunque; se invece giocheremo sotto livello e avendo cali di tensione, potremo perdere, come abbiamo rischiato di fare anche in questo girone". Ora testa alla Serie A: "Avere a disposizione quasi tutta la rosa sarà un vantaggio, la squadra non sta facendo male e avremo tempo per recuperare. Il Milan sarà facile da affrontare ma noi - come loro - qualcosa di buono lo abbiamo fatto. Sarà un bel match, non ci sarà occasione migliore per richiamare pubblico allo stadio".

EUROPA LEAGUE - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky