16 marzo 2017

Roma, rimonta solo sfiorata. Il Lione è ai quarti

print-icon

I giallorossi a un gol dalla qualificazione: all'Olimpico finisce 2-1, non bastano il gol di Strootman e l'autorete propiziata da El Sharaawy. I francesi passano il turno grazie alla rete del momentaneo vantaggio di Diakhaby, che aveva colpito anche all'andata

ROMA-LIONE 2-1
16' Diakhaby (L)18' Strootman (R) , 60' aut. Tousart (R)

Impresa solo sfiorata per la Roma. Cercata con tanto carattere e tanta personalità ma non arrivata. Luciano Spalletti può rimproverare poco ai suoi giocatori, a cui non è mancata certo la voglia di provarci fino alla fine. I sogni europei della Roma si infrangono ancora una volta agli ottavi: la squadra della Capitale non arriva ai quarti di finale di una competizione europea dalla Champions League 2007/08.

I giallorossi scendono in campo decisi a trovare subito il gol che faciliterebbe la rimonta. Ma al 12' la doccia fredda: Diakhaby colpisce come all'andata, 1-0 per il Lione. Ma il gol immediato di Strootman (un rocambolesca deviazione su calcio d'angolo) riaccende le speranze della Roma. Il fortino messo su dal Lione resiste fino alla ripresa. L'assedio giallorosso trova un varco al 60', esattamente 78 secondi dopo l'ingresso di El Sharaawy che di forza recupera palla sul fondo e mette in mezzo per la deviazione sfortunata di Tousart. 2-1, l'Olimpico è una bolgia e manca solo una rete per la qualificazione della Roma. I minuti successivi sono intensissimi: la squadra di Spalletti si butta in avanti con praticamente tutti gli uomini, il Lione attende e cerca il colpo del ko con le ripartenze micidiali di Lacazette e Valbuena. Alla fine non basta il cuore alla Roma, in una partita disputata più di impeto che con la qualità delle giocate. Ma quanti rimpianti per il secondo tempo e per i due gol subiti nel finale della partita di andata.

Le scelte di formazione  - Luciano Spalletti aveva due grandi punti interrogativi in vista del ritorno degli ottavi di Europa League contro il Lione: le condizioni fisiche di Bruno Peres e Palmieri. I due brasiliani sono stati convocati ma non sono ancora al meglio a causa rispettivamente di un affaticamento al flessore della coscia destra e di un problema al tendine di un quadricipite. I due, infatti, non sono stati inseriti nel 3-4-2-1 ufficiale della Roma. Alle spalle di Dzeko, poi, solo Salah e Nainggolan, mentre dall'ipotizzato trio e da ballottaggio tra El Sharaawy e Perotti sulla sinistra, né l'ex Milan né l'ex Genoa sono usciti vincitori. Entrambi si sono accomodati inizialmente in panchina.

Primo tempo, inizio sprint - Parte subito forte la Roma, il piglio è quello giusto ma la squadra nei primi minuti pecca un po’ di imprecisione. Al 6’ arriva però una grandissima chanche per i giallorossi sugli sviluppi di un corner. Rudiger si gira da attaccante puro, il suo tiro di collo pieno quasi spacca la traversa. Sulla respinta Salah colpisce di testa ma Lopes vola a deviarla in angolo.

Roma, svantaggio e pareggio immediato - Il Lione fatica ad uscire dalla propria metà campo col pallone. Al 12’ Ancora una grande occasione per la Roma: Bruno Peres lancia Salah che si presenta a tu per tu con Lopes ma calcia addosso al portiere avversario. Ma proprio come all'andata, Diakhaby porta in vantaggio il Lione, questa volta nel momento migliore della Roma. Sul cross di Valbuena, il difensore salta più in alto di Fazio e Manolas e batte Alisson.

La gioia per i francesi dura lo spazio di 90 secondi: Sul calcio di punizione battuto da De Rossi, Strootman colpisce il pallone con l'esterno del piede sinistro ma tanto basta per battere Lopes. Per la Roma non cambia praticamente niente, si ritorna al punto di partenza con due gol da realizzare.

Rincuorata dal pareggio immediato, la Roma si getta di nuovo all’attacco dell’area dei Lione. Con il passare dei minuti però comincia ad affievolirsi la foga agonistica dei giallorossi. Che si riaccende però improvvisamente con una clamorosa doppia chance per Strootman! A tu per tu con Lopes, l'olandese calcia addosso al portiere, recupera il pallone ma colpisce nuovamente il numero 1 del Lione.

Secondo tempo - In avvio di ripresa la Roma continua a mantenere alta la pressione, i giallorossi stanno provando a chiudere nella propria metà campo il Lione. Qualche errore di troppo in fase di realizzazione e di ultimo passaggio vanificano i tentativi della Roma di trovare il 2° gol.

El Sharaawy entra e segna - Al 60’ Spalletti inserisce El Sharaawy al posto di un Bruno Peres troppo impreciso. Cambio azzecatissimo, perché 78 secondi dopo l'ingresso il Faraone guadagna il fondo con rabbia, recuperando palla da un rimpallo e mettendo in mezzo: Tousart devia nella propria porta: 2-1 Roma. L’Olimpico è una bolgia, ai giallorosi manca solo un gol per completare la rimonta. E tre minuti dopo è sempre El Sharaawy a sfiorare il 3-1El Shaarawy si divora il 3-1: dopo aver superato con un gran dribbling Morel, cerca il palo più lontano ma il suo destro si perde fuori di poco. Che impatto del Faraone.

La Roma deve però stare attenta alle ripartenze del Lione. Lacazette e Valbuena sono pericolosissimi. Come al 65’ quando Morel arriva sul fondo e crossa, Cornet calcia dall'interno dell'area ma spedisce il pallone alle stelle.

Negli ultimi minuti la Roma ci prova in tutti i modi. L'ultim carta di Spalletti è Francesco Totti con uno schieramento iper offensivo. Fanno più fatica però i giallorossi a portare su la palla, tanto che prediligono verticalizzazioni immediate e lanci per Dzeko rispetto alla qualità delle azioni. L'assedio finale non ha successo, la Roma deve dire addio all'Europa League dopo 100 minuti giocati all'attacco.

Le curiosità statistiche di Roma-Lione by Opta

  • Era dalla stagione 2008/09 contro l'Arsenal che la Roma non veniva eliminata da una fase ad eliminazione diretta in competizioni europee pur vincendo la gara di ritorno.
  • La Roma non arriva ai quarti di finale di una competizione europea dalla Champions League 2007/08.
  • 78 secondi dopo l'ingresso di Stephan El Shaarawy la Roma ha trovato il gol del 2-1.
  • Daniele De Rossi è il centrocampista della Roma che ha fornito piú assist in questa stagione in tutte le competizioni (sei).
  • Quattro delle cinque reti stagionali di Kevin Strootman con la maglia giallorossa in tutte le competizioni sono arrivate allo stadio Olimpico di Roma, inclusa quella nel derby di A: Lazio-Roma 0-2.
  • La Roma ha effettuato 25 tiri in questa sfida vs Lione, in nessun altro match di questa stagione la squadra giallorossa ne ha tentati di piu in tutte le competizioni.

EUROPA LEAGUE - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky