28 settembre 2017

Lione-Atalanta 1-1, Gomez risponde a Traoré. GOL

print-icon

Dopo la traversa di Tousart i padroni di casa affondano il colpo al 45' con Traoré, ma nella ripresa il Papu tira fuori il jolly su punizione: la Dea si gode la vetta del Girone E in solitario con 4 punti, a +2 su Lione e Apollon

IL TABELLINO DELLA GARA

GOMEZ: ORA MI CONOSCONO ANCHE IN EUROPA

TUTTI I RISULTATI E LE CLASSIFICHE DI EUROPA LEAGUE

LIONE-ATALANTA 1-1
45' Traoré (L), 57' Gomez (A)

Lione (4-2-3-1): Lopes; Tete, Marcelo, Morel, Mendy; Tousart, Ndombele; Traoré (85' st Cornet), Fekir, Aouar (70' Depay); Diaz (70' st Maolida). All.: Genesio.
Atalanta (3-5-2): Berisha; Masiello, Caldara, Palomino; Hateboer, Cristante (46' Castaigne), De Roon, Freuler, Spinazzola, Petagna (61' Ilicic), Gomez. All.: Gasperini.

Ammoniti: Tetè, Cristante, De Roon e Ilicic per gioco scorretto.

Gian Gasperini aveva chiesto un risultato positivo dopo la lezione di calcio rifilata all'Everton (3-0 al Mapei Stadium di Reggio Emilia messo in archivio nel primo tempo con Masiello, Gomez, Cristante) e i suoi non lo hanno tradito: finisce 1-1 a Lione. Dopo un primo tempo sofferto concluso in svantaggio, punita da Traoré al 45' dopo aver rischiato grosso sul colpo di testa all'incrocio dei pali di Tousart, l'Atalanta trova il pareggio grazie al suo capitano Gomez, che risponde con una sassata vincente all'altro capitano, quello dei francesi, Fekir, che nella conferenza stampa della vigilia aveva dichiarato: "Il Papu? Sinceramente non lo conosco".

Il suo quinto gol su altrettante partite tra campionato ed Europa League è bello quanto importante: un missile che porta l'Atalanta in vetta al Girone E con 4 punti davanti alla coppia Lione-Apollon (2 punti), ultimo l'Everton con appena un punto.

"Sono un giocatore che non ha avuto tante esperienze in Europa, perciò è normale che qualcuno non mi conosca. Da questa sera qualcuno mi riconoscerà...", le parole del post partita del Papu, "Vogliamo continuare a fare la storia. Il nostro obiettivo è passare il Girone. Con questi quattro punti siamo messi bene in classifica".

La risposta del Papu

Il primo tempo

Solo due tiri per l'Atalanta nei primi 45 minuti di gioco, mai così pochi nel 2017-2018 (calcolando tutte le competizioni): è questo il dato che riassume il primo tempo di Lione-Atalanta. I padroni di casa controllano il gioco da subito, mentre i bergamaschi sono troppo contratti e faticano a gestire il pallone. Per 20' le occasioni pericolose sono tutte targate Lione, che ci prova con Traoré (prima col sinistro in area, poi dalla distanza) poi con Mariano, che al 16' impegna Berisha con un tiro da fuori. A sorpresa, però, al 23' è l'Atalanta a sfiorare il gol: non con la coppia Petagna-Gomez ma con Hateboer, che sul cross di Spinazzola (in dubbio fino all'ultimo) fallisce di testa mandando di poco fuori. 

Il Lione non ci sta e ritrova il ritmo che aveva imposto al Groupama Stadium: al 28' il colpo di testa da brividi è di Tousart, che viene fermato dalla traversa. Da qui al rientro negli spogliatoi c'è solo il Lione: l'Atalanta è in grande sofferenza ma sembra riuscire a resistere. Al 36' la difesa di Gasperini rischia addirittura l'autorete sul tiro in area di Mendy,  9' dopo viene punita da Traoré. Fekir si libera di De Roon e serve il n.10 di Genesio, che prima colpisce di tacco ma trova il salvataggio d'istinto di Berisha, poi sul tap-in non fallisce e trova il suo quarto gol in casa in Europa League.

Il secondo tempo

Formazione invariata per il Lione nella ripresa, mentre Gasperini mette dentro Castaigne al posto di Cristante. I francesi tornano in campo con l'obiettivo di cambiare la loro tendenza negativa: su 10 gol subiti ben 9 sono stati incassati nel secondo tempo. Ma devono fare i conti con il Papu: al primo tiro tentato in partita il capitano del'Atalanta centra il bersaglio. La sua punizione al 57' è un missile imparabile per Lopes, la situazione al  Groupama Stadium torna in parità. Come nel primo tempo la squadra di Gasperini soffre, la difesa è un muro su Mariano al 67' e Berisha salva il risultato sulla deviazione di Palomino, che alla mezz'ora rischia l'autogol sul cross di Tete. Il Lione spinge, ma il 61% di possesso palla e le 21 occasioni da gol non bastano: l'Atalanta supera l'esame di maturità e con 4 punti si mette al comando del Girone E, avvicinandosi alla qualificazione. E ora arriva la Juventus: appuntamento domenica sera a Bergamo.

Le statistiche

  • Sei tiri in questa partita per l'Atalanta, mai così pochi nel 2017-2018  tra Serie A ed Europa League.
  • Sono invece 21 i tiri subiti dai bergamaschi in questo incontro, almeno cinque in più rispetto alle precedenti partite giocate nel 2017-2018 in tutte le competizioni.
  • Cinque gol nelle ultime cinque partite per Gomez, tra campionato ed Europa League.
  • Sono quattro i pareggi dell'Atalanta nelle 11 trasferte nelle coppe europee (1V, 6P).
  • Pareggio casalingo per il Lione dopo quattro vittorie consecutive tra le mura amiche in Europa League.
  • Quinta rete realizzate in Europa League da Bernard Traoré, la quarta in un incontro casalingo.

Europa League 2017-2018, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Da Brignone a Wierer: gli azzurri in gara il 22

Calciomercato, ufficiale Muntari al Deportivo

Yamaha e Tech3 si dicono addio: divorzio dal 2019

L'ottava meraviglia di Arianna: è bronzo nei 1000m

Milan, la rinascita di Bonaventura e Calhanoglu

Thistle, una pizza per Sammon ad ogni gol

Niente domande su Pogba, Mou abbraccia giornalista

Leonard, stagione finita? "Credo proprio di sì"

La Mercedes gira a Silverstone: W09 in pista

Milan-Ludogorets: quote dei sedicesimi di Europa League

Brasile, Walter pesa 100 kg ma sogna i Mondiali

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI