Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
13 febbraio 2019

Rapid Vienna-Inter, tutto quello che c'è da sapere sul match di Europa League 2019

print-icon

L'Inter riparte nel cammino europeo dai sedicesimi di Europa League: di fronte il Rapid Vienna, incrociato una sola volta sin qui. Nel 1991 fu decisivo Klinsmann

RAPID VIENNA-INTER LIVE

CASO ICARDI: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE

58 PARTITE IN 16 GIORNI: SKY SPORT NON SI FERMA

Quando e dove si gioca Rapid Vienna-Inter?

La partita tra Rapid Vienna e Inter si giocherà giovedì 14 febbraio alle 18.55 all'Allianz Stadion di Vienna. La sfida di ritorno sarà disputata giovedì 21 febbraio alle 21 allo stadio Giuseppe Meazza di Milano.

Dove è possibile guardare Rapid Vienna-Inter?

La sfida tra Rapid Vienna e Inter sarà trasmessa in diretta e in esclusiva su Sky Sport HD (canale 252) e su Sky Sport Uno DTT (canale 382 del digitale terrestre). Grazie alla piattaforma SkyGo, la garà potrà essere seguita anche in streaming tramite computer, smartphone e tablet.

Quanti sono i precedenti tra le due squadre?

La sfida tra Rapid Vienna e Inter in campo europeo è quasi un inedito. L’unico precedente tra le due squadre risale al primo turno di Coppa UEFA 1990/91. In quell'occasione ebbe la meglio l'Inter con un punteggio complessivo di 4-3, dopo aver perso 2-1 l’andata: nella partita di ritorno fu decisivo il gol di Jürgen Klinsmann per il definitivo 3-1, maturato nei tempi supplementari. Il gol di Jan Åge Fjørtoft del Rapid a Milano è stato l'unico subito dall'Inter nelle sei partite interne di quell'edizione, terminata con la vittoria della competizione per la prima volta nella storia del club.

Curiosità

Estendendo lo sguardo alle partite giocata invece da Inter e Rapid Vienna rispettivamente contro esponenti del calcio austriaco e di quello italiano, vengono fuori statistiche interessanti. L'Inter ha vinto otto delle 14 partite giocate contro avversari austriaci ma le cinque sconfitte complessive sono maturate tutte in trasferta, contro cinque club diversi. L'ultima trasferta a Vienna, tuttavia, è stata trionfale per i nerazzurri che hanno battuto il Salisburgo 1-0 all'Ernst-Happel-Stadion nell'andata della finale della Coppa UEFA 1993/94, prima di vincere con lo stesso risultato a Milano e sollevare per la seconda volta il trofeo. Il Rapid Vienna, invece non supera una squadra italiana dal 1990, quando in Coppa Uefa superò proprio l'Inter per 2-1. Da quella volta, nove incroci con tre pareggi e sei sconfitte. Spalletti avrà di fronte una cooperativa del gol: tutti gli ultimi 11 gol del Rapid Vienna in Europa League (elenco nel quale vanno incluse due autoreti) sono stati realizzati da 11 giocatori differenti. Con quattro vittorie e un pareggio a Vienna in questa stagione - con un solo gol subito nei preliminari e nessuno nella fase a gironi - il Rapid è imbattuto da otto gare interne in Europa (V5 P3). Le ultime 14 gare di UEFA Europa League (dalla fase a gironi in poi) giocate in Austria hanno fruttato otto vittorie e cinque pareggi, con l'unica sconfitta risalente al 4-0 col Valencia. L’Inter, invece, ha vinto solo una delle ultime 10 trasferte in competizioni europee, contro il PSV nella fase a gironi di questa Champions League. Il 2-1 ottenuto a inizio ottobre al  Philips Stadion di Eindhoven si inserisce in una striscia negativa di 6 pareggi e 3 sconfitte. L'ultima vittoria in trasferta dell'Inter in Europa League risale all'1-0 in casa del Dnipro del settembre 2014. Di fronte, Skriniar e compagni avranno la difesa del Rapid Vienna, una delle tre squadre - con Fenerbahce e Slavia Praga - a non aver concesso gol in casa nella fase a gironi di questa Europa League. La trasferta austriaca, allora, dovrà rappresentare un punto di ripartenza su scala continentale per Icardi e soci: proprio il numero 9 argentino, fresco di perdita della fascia di capitano, ha segnato quattro dei sei gol dell’Inter nella Champions League 2018/19. Tra le squadre che prendono parte a questa Europa League dopo essere arrivate terze nel girone di Champions League, l'Inter è inoltre quella che ha registrato finora la percentuale realizzativa peggiore (6.6%) in proporzione alle occasioni create. Restando ai singoli, in campo ci sarà un ex "mancato": Christoph Knasmüllner del Rapid nel gennaio 2011 era nelle giovanili dell'Inter ma non essendo riuscito a passare in prima squadra, ha lasciato il club nell'estate successiva.

Qual è lo stato di forma delle due squadre?

L'Inter non arriva alla trasferta di Vienna nel miglior momento di forma stagionale, ma la vittoria sul campo del Parma targata Lautaro Martinez nell'ultimo turno di Serie A ha lasciato in eredità importanti segnali di risveglio. L'Europa League sarà un banco di rilancio importante per la squadra di Spalletti. Il Rapid Vienna, invece, sta affrontando una stagione complicata: nella Bundesliga austriaca, che ripartirà il 24 febbraio occupa dopo 18 giornate l'ottava posizione con 20 punti, ben 28 in meno del Salisburgo capolista.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi