26 giugno 2017

Asensio: "Donnarumma-Real? Non so, ma spero non faccia il fenomeno"

print-icon

Il fantasista dei Blancos sulla semifinale: "Non ci sono favorite, ma l'Italia è una squadra forte". Sul portiere del Milan: "Ha dimostrato di essere di un buon livello, ma spero non faccia il fenomeno contro di noi". Il ct Celades: "L'Italia è una grande squadra, ma vogliamo vincere noi"

Dopo la Germania... la Spagna. L'Italia di Di Biagio si prepara ad affrontare la "Rojita" per le semifinali dell'Europeo U21. Asensio contro Bernardeschi, Saul Niguez contro Chiesa, Celades contro "Gigi". Ci siamo, queste le parole del fantasista del Real - Marco Asensio - in conferenza stampa pre partita: "Abbiamo grandi giocatori in squadra - dice l'ex Mallorca - ci troviamo bene sia dentro che fuori al campo. Domani avremo una grandissima occasione, molto importante per arrivare alla finale, che è il nostro obiettivo". Le sue parole. 

"Donnarumma? Spero non faccia il fenomeno con noi"

Belle parole verso Gigio Donnarumma, portiere degli azzurrini: "E' un portiere giovane, che ha dimostrato di essere di un ottimo livello, ma se è pronto per il Real Madrid non lo decido io. Non so niente". E ancora, sulle sue capacità tra i pali: "Posso soltano dire che ha un gran futuro davanti a lui. E spero che domani non faccia il fenomeno proprio contro di noi!". Nessuna pressione: "No, infatti. Io affronto tutti gli impegni con la voglia di vincere e l'impegno massimo. Avremo domani una grande partita contro una ottima squadra e la vogliamo vincere per arrivare alla finale". Sul gap tra italiani e spagnoli: "Credo che tutti i giocatori italiani giocano al massimo livello, siamo entrambe ottime squadre e che sarà una grande partita. Chi preferisco della storia italiana? Dino Zoff". Conclude Asensio: "Ci sono quattro grandi squadre che hanno raggiunto la semifinale meritatamente. Saranno due grandi semifinali".

Celades: "Italia grande squadra, ma vogliamo vincere"

Queste le parole dell'allenatore della Spagna U21, Albert Celades: "Sarà una partita diversa rispetto all'amichevole giocata a Roma qualche settimana fa, è una gara ufficiale e importante, di semifinale, quindi l'attenzione sarà molto diversa". Sui pericoli: "L'Italia è una ottima squadra, con grandi individualità e un'ottima organizzazione, domani si gioca una semifinale di un Europeo ed è normale che il livello sia alto". Conti e Berardi non ci saranno: "Mancheranno due titolari, ma l'Italia ha tanti ottimi giocatori ed è forte collettivamente, con o senza loro due". La Spagna ha avuto un giorno di riposo in più: "Queste sono squadre professionistiche - dice Celades sempre in conferenza - abituate a giocare ogni tre giorni, non credo che influenzerà molto la sfida". E ancora: "Contento di essere arrivato alla semifinale, vogliamo vincere, è questo il nostro obiettivo". Sul modulo degli azzurrini: "Sappiamo che nell'ultima partita ha giocato Bernardeschi, mentre di solito giocano con Cerri o Petagna. Abbiamo studiato entrambi i casi, ma ovviamente è una decisione loro, e cercheremo di farci trovare pronti in ambo i casi". In semifinale le migliori quattro squadre del torneo? "Credo di sì, domani penso potremo vedere davvero degli ottimi incontri di altissimo livello".

Speciale Calciomercato 2017

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky