Italia U21, Di Biagio: "C'è lo stesso entusiasmo di Italia '90"

Europei

Il selezionatore degli Azzurrini ha parlato alla vigilia della sfida con la Polonia in conferenza stampa: “Abbiamo dimostrato di essere una squadra con valori importanti, ma non pensiamo che la gara di domani sia facile: restiamo cattivi”. Di Biagio pensa a quattro cambi rispetto alla sfida contro la Spagna: Adjapong, Bastoni, Orsolini e Cutrone potrebbero partire dal primo minuto. Dall'Ara verso il tutto esaurito

BELGIO-ITALIA U21 LIVE

È tanto, l’entusiasmo che c’è attorno all’Italia Under 21, impegnata negli Europei di categoria che si giocano proprio nel nostro paese. La gara d’esordio si è conclusa in trionfo, con il successo sulla Spagna col risultato di 3-1, in un Dall’Ara tutto esaurito con 30 mila spettatori. “Mi sembra di rivivere i Mondiali del 1990. Anche se questi ragazzi non erano ancora nati, io avverto la stessa voglia di appartenenza e di gioire che ha la gente. Il clima dell’altra sera è stato incredibile e mi ha lasciato senza parole. Ora però dobbiamo cavalcare l’onda” ha detto Gigi Di Biagio, commissario tecnico della Nazionale U21, alla vigilia della sfida con la Polonia. Il c.t. ha parlato così degli avversari: “Abbiamo dimostrato di essere una squadra con valori importanti, che ha saputo uscire fuori nel momento di difficoltà. Se pensiamo che questa partita sia semplice facciamo un errore madornale. Sarà una gara scorbutica, dove la differenza la farà l'intensità nel riconquistare la palla e nel cercare il gol. Se non perdiamo la cattiveria potremo fare un passo molto grande in avanti”. Sulle lamentele della Spagna, Di Biagio ha risposto così: “Non abbiamo picchiato, è stata una caduta di stile. La partita è stata normale e non capisco il senso di queste dichiarazioni”. Sul tema gli ha fatto eco Gianluca Mancini: “Loro stavano sempre per terra, abbiamo semplicemente giocato mettendo qualcosa in più come ci chiede il mister. Meglio che si lamentino loro e che vinciamo noi”.

Il caso Totti – Roma

Di Biagio, romano e calciatore della Roma dal 1995 al 1999, ha discusso anche della separazione tra Totti e la Roma: “Con Francesco già ne ho parlato, da fuori sembra che vogliano farsi del male. Non capisco perché succedano queste cose con Totti, con De Rossi e in altre situazioni. Anche perché Francesco mi sembrava coinvolto quando ne parlavamo giocando a paddle. Discutevamo dei direttori sportivi, dei giocatori e degli allenatori che avrebbe voluto portare a Roma, lo vedevo presente e pronto a cominciare un certo tipo di percorso. Mi dispiace per la Roma e i suoi tifosi, non so cosa sia successo”.

Le probabili scelte di formazione

Luigi Di Biagio sta pensando ad alcuni cambi nell'undici titolare rispetto alla sfida vinta all'esordio contro la Spagna. Con la Polonia confermato il 4-3-3 con il possibile inserimento di Adjapong a destra in difesa al posto di Calabresi, Bastoni per Bonifazi al centro. In avanti Orsolini e Cutrone dal primo minuto al posto di Zaniolo e Kean altre possibili novità per provare a conquistare la seconda vittoria nell'Europeo Under 21 e centrare la qualificazione alle semifinali.

Italia (4-3-3): Meret; Adjapong, Mancini, Bastoni, Dimarco; Barella, Mandragora, Pellegrini; Orsolini, Cutrone, Chiesa. Allenatore: Di Biagio

Dall'Ara verso il tutto esaurito

Per la seconda partita dell’Italia, a Bologna con calcio d’inizio alle ore 21, avversaria la Polonia, ci si attende una replica del Dall’Ara visto domenica sera in occasione del debutto degli Azzurri all’Europeo Under 21. Sono già stati superati i 27.000 biglietti venduti e gli organizzatori hanno deciso di portare la capienza a quella di domenica scorsa (29.500). Stando al ritmo con cui vengono acquistati i biglietti online, è altamente probabile che le biglietterie dello stadio non saranno aperte.

I più letti