Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
10 giugno 2019

Argentina-Giappone 0-0

print-icon

Il match di esordio del girone D del Mondiale Femminile tra l'Argentina e il Giappone finisce con un pareggio senza reti. Gara nella quale le squadre hanno pensato più a non scoprirsi che a tentare di trovare la via del gol. Per i due attacchi però non ci sono state chiare occasioni da rete.

Dando uno sguardo ai numeri di fine partita, il match che ha visto protagoniste Argentina e Giappone ci ha raccontato di un prolungato possesso palla da parte di Kumagai e compagne che, nel corso dei 90 minuti, hanno cercato più spesso la via della rete rispetto alle avversarie. La squadra guidata da Jose Carlos Borrello ha chiuso bene tutti gli spazi difendendosi in maniera efficace e la supremazia territoriale del Giappone non ha avuto come conseguenza quella di riuscire a trovare il gol da tre punti. Giappone che ha fatto registrare il 71% di possesso palla e che in più di una circostanza ha messo alla prova i riflessi di V.Correa. Il gol non è arrivato e le due squadre hanno chiuso sullo 0-0.

Clean sheet per entrambi i portieri: 2 parate per Vanina Correa (Argentina), mentre Ayaka Yamashita (Giappone) ha effettuato una sola parata.

Il Giappone ha effettuato più tiri nello specchio della porta (2) rispetto all'unico dell'Argentina. Sole Jaimes nonostante non abbia segnato è stata la giocatrice che ha tirato di più per l'Argentina con 2 conclusioni verso lo specchio della porta. Per il Giappone è stata Yui Hasegawa a provarci con maggiore insistenza concludendo 2 volte, di cui 1 nello specchio della porta.

Le ragazze di Asako Takakura hanno avuto un netto predominio nel numero di passaggi completati (562-164): si sono distinte Moeka Minami (105), Saki Kumagai (95) e Shimizu (64). Nell'Argentina, Estefanía Banini è stata la giocatrice più precisa con 30 passaggi riusciti.

Nell'Argentina, l'attaccante Sole Jaimes pur senza brillare è stata la migliore delle sue per contrasti vinti (10, ma con un numero uguale di duelli persi). Il difensore Risa Shimizu è stata invece la più efficace nelle fila del Giappone con 12 contrasti vinti (15 effettuati in totale).

Il tabellino

Argentina (4-1-4-1 ): V.Correa, A.Barroso, A.Cometti, V.Gomez, E.Stabile, M.Mayorga, L.Bravo, L.Benítez, Flor Bonsegundo, E.Banini (Cap.), Sole Jaimes. All: Jose Carlos Borrello
A disposizione: A.Sachs, Y.Oviedo, V.Santana, D.Ippolito, S.Pereyra, M.Menéndez, G.Garton, G.Chavez, M.Coronel, M.Larroquette, N.Juncos, M.Potassa.
Cambi: V.Santana <-> L.Bravo (64'), M.Larroquette <-> M.Bonsegundo (77'), M.Coronel <-> L.Benítez (79')

Giappone (4-4-2 ): A.Yamashita, M.Minami, A.Sameshima, R.Shimizu, S.Kumagai (Cap.), Y.Hasegawa, N.Miura, E.Nakajima, H.Sugita, K.Yokoyama, Y.Sugasawa. All: Asako Takakura
A disposizione: S.Ikeda, Y.Momiki, S.Miyake, J.Endo, R.Utsugi, M.Sakaguchi, R.Kobayashi, A.Miyagawa, M.Iwabuchi, N.Ichise, C.Hirao, S.Takarada.
Cambi: M.Iwabuchi <-> K.Yokoyama (57'), J.Endo <-> E.Nakajima (74'), S.Takarada <-> Y.Sugasawa (90')

Ammonizioni: R.Shimizu, H.Sugita, M.Iwabuchi
Stadio: Parc des Princes
Arbitro: Stéphanie Frappart

Contenuto creato con software di intelligenza artificiale

 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi