11 novembre 2016

Apolloni: "Parma, diamo continuità. Calaiò..."

print-icon
Tifosi Parma

Tifosi del Parma (Getty)

Il Parma di Apolloni è partito per la trasferta di Macerata. Domani sera la sfida alla squadra di Giunti, l'allenatore gialloblù in conferenza: "Dobbiamo dare continuità. Calaiò? Gioca con Nocciolini"

Il Parma continua la propria corsa, e lo fa in treno. Verso Macerata: domani sera, alle 20,30, la sfida alla Maceratese per il girone B di Lega Pro. Ventidue i convocati di Apolloni per la trasferta dopo la rifinitura di questa mattina a porte chiuse, indisponibili soltanto gli infortunati Coly, Garufo (colpito da febbre nelle ultime ore) e Mastaj.

Apolloni: “Diamo continuità. In attacco Nocciolini e Calaiò”
Alla vigilia, in sala stampa a Collecchio, ha parlato Luigi Apolloni, allenatore del Parma, che ha presentato così la gara contro la Maceratese: “Partiamo per dare continuità alle prestazioni e ai risultati. E’ probabile che in attacco confermi Nocciolini e Calaiò, perché sono due giocatori che abbinano le loro qualità e il loro valore nel sacrificarsi per la squadra.Quando si ha un bagaglio tecnico importante come il nostro con un parco attaccanti come Evacuo, Melandri e Guazzo, c’è una competizione interna che fa bene. Nessuno deve mollare. Io scelgo in base a quanto vedo negli allenamenti durante la settimana, quotidianamente. Evacui sta meglio, ha avuto un fastidio al flessore. E’ stato un po’ a riposo, con allenamenti personalizzati, ma ora è a disposizione. La partita di domani nasconde insidie. La Maceratese è una squadra che ha vinto in Coppa Italia e ha dato filo da torcere anche alla Feralpi sabato scorso. Ogni squadra va affrontata come se fosse la prima in classifica, perché è lì che si nascondono le difficoltà. Bisogna essere determinati come loro. Domani mi aspetto un passo in avanti nelle giocate in fase di costruzione e, soprattutto, mi aspetto un miglioramento nella gestione e nel possesso palla. Dobbiamo capire quando velocizzare il gioco e quando tenere la palla. Mi aspetto questo miglioramento. Migliorare è una prerogativa, ma penso ci sia anche da valorizzare quanto hanno fatto i ragazzi di positivo. Siamo una squadra che reagisce, solida e compatta. Ognuno sa che tutti possono essere presi in considerazione. Posso cambiare la squadra in ogni momento, se dovessero esserci mancanze di concentrazione e qualche flessione”.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky