14 novembre 2016

Lega Pro, gir. C: 3-2 Virtus, fischi al Taranto

print-icon
Prosperi - Taranto

Prosperi, l'allenatore del Taranto (Lapresse)

La squadra di Prosperi perde (in casa) il derby contro la Virtus Francavilla che vola in zona playoff. Taranto contestato dai tifosi, resta quartultimo

Un derby pugliese per chiudere la tredicesima giornata di Lega Pro, mancava soltanto la sfida tra Taranto e Virtus Francavilla nel girone C per delineare il quadro completo ed aggiornare la classifica. Spettatrici non interessate le prime della classe, perché il primo posto della Juve Stabia non era in discussione e neppure il terzetto di inseguitrici (Lecce, Foggia e Matera) poteva essere ripreso. Taranto-Virtus Francavilla riguardava più la seconda metà della classifica, con i padroni di casa che prima di questo ultimo posticipo erano quartultimi con undici punti e gli ospiti invece all’undicesimo posto a quota 15. La squadra di Prosperi poteva avvicinare l’altra pugliese in classifica, ma alla fine allo Iacovone passa 3-2 la Virtus che vince il derby, si prende i tre punti e sale al settimo posto del girone C piazzandosi in piena zona playoff (superando Fondi, Casertana e Catania). 

Un derby sentito, dicevamo. Ed infatti nonostante il monday night allo Iacovone sono 3000 i tifosi delle due squadre. Non pochi. La Virtus Francavilla parte meglio, sfiora subito il vantaggio e poi lo trova al 16’ con il quarto gol in campionato di Nzola: azione personale dell’attaccante angolano che penetra in area e batte Maurantonio con un bel diagonale. Il Taranto reagisce subito con un tiro di Paolucci deviato da Casadei, ma è solo il preludio del pareggio che arriva al 21’: cross di Bollino ed Idda, difensore della Virtus Francavilla, svirgola il pallone e batte il suo portiere. E’ l’autogol dell’1-1 con cui si chiude il primo tempo.

Il secondo si apre come era cominciata la partita, con la Virtus che attacca e trova subito il gol: tre minuti e su cross di Alessandro (respinto corto da Pambianchi) Preziosi controlla e firma il nuovo vantaggio degli ospiti. Le sostituzioni non cambiano il passo del Taranto, anzi. Il contraccolpo del nuovo svantaggio la squadra di Prosperi lo subisce eccome: al 62’ Idda, che era stato il protagonista dell’autogol del pareggio, sale su un corner e di testa batte Maurantonio. E’ il 3-1 che chiude la partita, perché il rigore di Bollino accorcia soltanto le distanze e non cambia il finale. Taranto contestato fino a fine gara, la squadra di Prosperi non vince dal 18 settembre e infila il secondo ko di fila dopo quello contro la Paganese. Resta quartultima, mentre il Francavilla vola in zona playoff. Destini diversi dopo un derby pugliese che chiude la tredicesima giornata di Lega Pro. 

 

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky