15 novembre 2016

Galassi avvisa: "Parma, girone equilibrato"

print-icon
Luigi Apolloni - Parma

L'allenatore del Parma Luigi Apolloni (Lapresse)

Dopo la giornata di riposo di ieri, il Parma è tornato a lavoro a Collecchio per preparare il prossimo impegno nel girone B di Lega Pro in programma sabato al Tardini contro il Padova, alle 16,30. Seduta a porte aperte per la squadra di Apolloni che ha iniziato l’allenamento svolgendo, divisa a gruppi, un lavoro atletico. I giocatori che hanno disputato la gara contro la Maceratese di domenica sera hanno eseguito un lavoro differenziato, mentre il resto della squadra ha compiuto un circuito di forza basato sui cambi di direzione. Allenamento concluso poi da una partitella a campo ridotto. Assenti Benassi, Coly, Mazzocchi e Mastaj che hanno svolto un programma differenziato, mentre Garufo è rientrato regolarmente in gruppo.

Prima dell’allenamento, in sala stampa a Collecchio ha parlato il direttore sportivo del Parma Andrea Galassi: “Sabato scorso c’era l’aspettativa di vincere a Macerata per essere primi in classifica da soli. Bisogna anche pensare, però, che venivamo da quattro vittorie consecutive e giocavamo sul campo di una squadra che aveva bisogno di punti, che ha fatto una partita attendista. Ci rimane un po’ di rammarico, perchè poteva essere una gara che ci proiettava in vetta. Un pari in trasferta, dopo quattro successi consecutivi, ci può anche stare. Vedo un bell’equilibrio verso l’alto in questo girone di Lega Pro. A marzo e ad aprile bisognerà dare il segnale forte. La sensazione che le squadre che hanno qualcosa in più delle altre siano il Parma, il Venezia, il Bassano, la Reggiana e il Padova. Poi, ci sono la mina vagante Pordenone e la Sambenedettese che può diventare l’outsider. E’ un girone in cui bisogna fare attenzione e non sottovalutare certi pareggi, in particolare in trasferta. La continuità è fondamentale. Sappiamo di essere una squadra forte e - prosegue il ds del Parma Andrea Galassi - non dobbiamo temere gli altri, dobbiamo fare bene noi. Credo sia fisiologico anche che alcuni giocatori non stiano rendendo secondo le aspettative… C’è tempo affinché esprimano il massimo, anche per questo motivo credo che questa squadra abbia grandi margini di crescita. Dei singoli non mi piace parlare. Questa squadra sta facendo un buon percorso nonostante le difficoltà. Certo, non ci nascondiamo: nessuno è soddisfatto, perchè possiamo e dobbiamo fare meglio”.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky