17 novembre 2016

Catania, Di Cecco: “Ora siamo una vera squadra”

print-icon
Domenico_Di_Cecco_Catania_LaPresse

Domenico Di Cecco, Catania (LaPresse)

Altra giornata di allenamento per i siciliani, con Rigoli che deve inventarsi una nuova difesa. In conferenza stampa ha poi parlato il terzino rossazzurro: "La mia volontà è di terminare qui la mia carriera"

Tre punti nell’ultimo turno contro il Catanzaro e le attenzioni che ora si concentrano sulla trasferta di Francavilla Fontana. Il Catania di Rigoli continua nella preparazione della prossima partita, in programma domenica; i rossazzurri vogliono continuare a risalire la classifica ed entrare stabilmente in zona play off. Contro la Virtus Francavilla l’allenatore dei siciliani dovrà concentrarsi in particolare sul reparto difensivo, che nonostante le ottime cose mostrate negli ultimi turni (come confermano le statistiche che gli riconoscono il primato italiano di squadra con il minor numero di reti subite) si troverà senza alcuni elementi importanti.

La gara di Catanzaro ha lasciato in eredità due calciatori squalificati come Bergamelli e Gil, i due centrali titolari che dovranno dunque essere sostituiti. A causa di un problema fisico sofferto proprio nell’ultima partita, anche l’esterno Djordjevic potrebbe non essere nell’undici iniziale. L’unica certezza per Rigoli è la presenza di Di Cecco, che questo pomeriggio ha parlato in conferenza stampa dopo l’allenamento: “La vittoria fuori casa è ormai matura - ha detto il difensore - dobbiamo solo continuare a giocare così. Prima giocavamo da singoli, oggi siamo una vera squadra. Forse nelle prime giornate non ci conoscevamo bene ma possiamo solo migliorare. Francavilla sarà una brutta partita - ha poi aggiunto concentrandosi sul prossimo impegno - il campo è piccolo e sintetico e sarà una novità per noi ma non può essere un alibi per noi. La cosa fondamentale è la mentalità, fuori casa non ci ha ancora battuto nessuno e il Francavilla ha tanti giocatori d’esperienza soprattuto in difesa, oltre a due attaccanti molto forti”.

Tornando alla formazione, probabile l’inserimento di Bastrini (ormai completamente recuperato dal punto di vista fisico); al suo fianco potrebbe esserci De Sanctis che domenica ha esordito dopo l’espulsione di Gil. In caso di forfait da parte di Djordjevic l’allenatore potrebbe confermare Parisi o, altrimenti, scegliere uno tra De Rossi, Mbodj e Nava. “È chiaro che mancano due giocatori fondamentali per noi - ha detto ancora Di Cecco a proposito - ma abbiamo lavorato alla grande e chi giocherà sarà all’altezza. Obiettivo per la stagione? Sono realista e pensare a qualcosa di più dei play-off è difficile; viviamo partita per partita, vogliamo solo toglierci belle soddisfazioni e possiamo migliorare ancora. Per quanto riguarda il mio futuro stiamo parlando, il mio sogno è chiudere la mia carriera qui. Comunque ora penso solo al campo e la mia volontà è chiara”.
 

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky